Martedì, 16 Ottobre 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, blitz dei carabinieri contro il clan Velluto: 17 arresti. Capannone abbandonato utilizzato per nascondere la droga

Gli agenti hanno individuato anche due villette abbandonate a Torre a Mare, utilizzate per conservare i carichi di stupefacenti provenienti dal nord Italia

Pubblicato in Cronaca il 04/10/2018 da Redazione

I carabinieri di Bari hanno eseguito un’operazione contro il clan Velluto, organizzazione criminale operante nei quartiere Carrassi e San Pasquale di Bari. Diciassette persone arrestate, ritenute responsabili a vario titolo di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti con le aggravanti dell’ingente quantità e della transnazionalità, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti in concorso, con l’aggravante di aver agevolato l’associazione mafiosa, nonché detenzione di munizionamento comune e da guerra.

L’attività di indagine, convenzionalmente denominata “Drug Boat”, avviata dai militari della Compagnia di Bari Centro, ha permesso di accertare l’esistenza, la piena operatività, nonché l’assetto del clan “Velluto”, con al vertice  pluripregiudicato 53enne (tra i destinatari dei provvedimenti restrittivi in carcere), che conta numerosi affiliati e gregari, secondo diversi livelli di gerarchia interna e dispone di una solida struttura organizzativa oltre che di risorse economiche tali da supportare ingenti investimenti nel narcotraffico di “cocaina”, “hashish” e “marijuana”. È stata anche  documentata la vicinanza dell’organizzazione criminale allo storico clan “Parisi” - attivo nel quartiere di Bari Japigia ed il collegamento, fondato su una compravendita e successiva cessione di una partita di “hashish” di 10 kg, tra il clan Velluto e il clan Misceo, operante in Bari San Paolo.

Le indagini hanno permesso di individuare le basi logistiche utilizzate per l’ideazione, la programmazione e la direzione delle attività criminose facenti capo all’associazione, ovvero un gazebo ubicato nei pressi della Chiesa di San Marcello, nel quartiere San Pasquale, roccaforte del clan, un rimessaggio di imbarcazioni in Strada San Giorgio, nella disponibilità di uno dei sodali, nel quale venivano preparati i natanti in vista delle operazioni di trasporto, via mare, dello stupefacente. Durante l’inchiesta sono state individuate due villette abbandonate per lo stoccaggio, adibite a depositi provvisori della droga, in località Torre a Mare.

Una delle villette è stata luogo di destinazione di ingenti carichi di stupefacenti, dall’Italia settentrionale. In una circostanza sono stati rinvenuti e sequestrati dai militari operanti 20 chili di marijuana, 10 chili di hashish suddivisi in ovuli da 10 grammi ciascuno, 12 munizioni cal. 9 parabellum, 6 munizioni cal.9x21, un serbatoio per fucile d’assalto Kalashnikov. In un secondo intervento, sempre nella stessa villetta, i miliari del Nucleo Operativo della Compagnia di Bari Centro hanno arrestato tre pregiudicati trovati in possesso di 800 grammi di hashish suddivisi in panetti.
I destinatari dei provvedimenti di custodia cautelare in carcere sono stati tradotti presso le Case Circondariali di Lecce e Foggia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet