Domenica, 15 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Casi di malaria a Taranto: per la Asl i quattro ricoverati al Moscati si sarebbero ammalati in Italia

La ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, ha escluso che ci sia un allarme malaria a Taranto.

Pubblicato in Cronaca il 04/10/2017 da Redazione

Avrebbero contratto la malattia in Italia i quattro braccianti extracomunitari, tre magrebini e un sudanese, di età compresa tra i 21 e i 37 anni, che sono ricoverati da alcuni giorni nel reparto Infettivi dell’ospedale Moscati di Taranto e le cui condizioni sono in via di miglioramento. A comunicarlo è stato il direttore generale dell’Asl ionica, Stefano Rossi, in seguito a una valutazione sui tempi d’incubazione del parassita nel corpo umano, che varia generalmente tra i 12 e i 18 giorni. I malati invece sono residenti in Italia da nove anni, un altro da un paio di mesi e per il quarto sono in corso delle verifiche. Quindi, sottolinea Rossi, conversando con l'Ansa, “la malattia l’hanno contratta qui”. Quella diagnostica ai quattro braccianti è la malaria da 'Plasmodium falciparum' trasmessa da zanzare anofele che “possono essere state trasportate nel nostro Paese con bagagli di persone provenienti dalle aree a rischio” o arrivate con pacchi inviati dalle stesse zone. La ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, ha escluso che ci sia un allarme malaria a Taranto.