Giovedì, 21 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Andria, incendi e minacce per estorcere denaro ai commercianti: arrestato 48enne incensurato

Le indagini sono partite da una denuncia presentata da un commerciante del ramo automobilistico che aveva ricevuto diverse telefonate minatorie

Pubblicato in Cronaca il 04/06/2018 da Redazione

Incendi, danneggiamenti e telefonate minatorie. Sono alcune delle azioni intraprese da un 48enne di Andria, divenuto l’incubo dei commercianti. L’uomo, incensurato, è stato arrestato dai carabinieri. Le indagini sono partite da una denuncia presentata da un commerciante del ramo automobilistico che aveva ricevuto diverse telefonate minatorie. Un altro episodio simile è stato denunciato da un commerciante del settore degli arredi: quest’ultimo, fra l’altro, destinatario di un attentato esplosivo di fabbricazione artigianale, collocato nel portone d’ingresso della propria abitazione. Gli  accertamenti tecnici e telematici hanno accertato che le richieste estorsive provenivano dalla stessa fonte, e che le stesse venivano effettuate da un utenza cellulare mobile intestata ad un cittadino straniero residente in un’altra regione. 

Gli agenti hanno identificato l’estorsore: nell’abitazione sono stati ritrovati diversi cellulari, fra cui quello con il quale effettuava le richieste estorsive, con ancora inserita la scheda telefonica, nonché alcuni biglietti con annotati i nominativi delle persone sotto estorsione.