Giovedì, 16 Luglio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Manfredonia: timbravano il cartellino e uscivano a fare shopping, undici arresti

Ai domiciliari undici lavoratori di cui tre a tempo indeterminato e otto socialmente utili. Molti svolgevano anche un secondo lavoro

Pubblicato in Cronaca il 04/06/2015 da Redazione
Undici dipendenti del Comune di Manfredonia sono stati arrestati per aver lasciato il proprio posto di lavoro dopo aver timbrato il cartellino. Gli assenteisti segnavano la propria presenza, poi però uscivano indisturbati e si dedicavano allo shopping, alle faccende quotidiane. Uno di loro si era ritagliato addirittura il tempo per un secondo lavoro da agricoltore. L’operazione della Procura foggiana, denominata “Ghost”, ha smascherato i dipendenti grazie ai filmati girati dai militari della Guardia di Finanza che li ritraevano impegnati in altre faccende durante il turno di lavoro. Il reato ipotizzato è quello di truffa e danno di un ente pubblico. Gli arrestati sono Fernando Cappello di 60 anni, Nicola Riccardo di 52, e Gennaro Gentile di 64 anni. I lavoratori socialmente utili sono Celestino Basta di 61 anni, Matteo Basta di 58, Raffaele Esposito di 56 anni, Michele Potito di 55, Canio Maria Pesante di 55, Luigi Starace di 60, Raffaele Basta di 55 e Michele Balzamo di 67 anni. Il danno alla collettività è stato subito ripianato, dato che i militari hanno sequestrato i conti correnti dei singoli indagati.