Sabato, 24 Ottobre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Coldiretti Puglia, ieri festa anti spreco negli agriturismi pugliesi

Sono ben 300 mila le tonnellate di cibo che i pugliesi buttano via in un anno

Pubblicato in Cronaca il 03/06/2016 da Redazione

Sono ben 300mila le tonnellate di cibo che i pugliesi buttano nella spazzatura ogni anno, uno spreco di prodotti alimentari da contrastare con ogni strumento. Oltre al vademecum antispreco presentato da Coldiretti, in linea con gli obiettivi della Carta di Milano firmata ad EXPO, gli agriturismo di Campagna Amica aderenti a Terranostra Puglia hanno deciso di fare la propria parte in occasione della Festa della Repubblica, un 2 giugno festeggiato all’insegna del rispetto dei popoli che soffrono la fame, delle tutela delle risorse alimentari e ambientali.

“Ogni pugliese butta ogni anno nella spazzatura in media 74 chili di prodotti alimentari – spiega Carlo Barnaba, presidente di Terranostra Puglia – per vari motivi, a causa di eccesivo cibo acquistato e non consumato, di una errata conservazione, fino al cibo sprecato in ristoranti e osterie. Per questo nelle nostre strutture abbiamo deciso di incentivare la pratica, molto diffusa all’estero ma ancora considerata spesso in Italia da maleducati, di portare via gli avanzi con le simpatiche e colorate agribag, a disposizione dei consumatori in tutti gli agriturismo italiani di Terranostra”.

In Francia esiste già una legge antispreco che prevede una gerarchia di azioni da mettere in campo per evitare lo spreco, dalla prevenzione con campagne educative nelle scuola al consumo umano, all’utilizzo a fini energetici a quello per gli animali.

“La metà dei consumatori pugliesi – aggiunge il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele – secondo una indagine effettuata nei Mercati di Campagna Amica ritiene che il contenimento degli sprechi alimentari dipenda soprattutto dalle scelte dei consumatori con il 56 per cento che sostiene possano essere combattuti con una migliore pianificazione della spesa. La crisi ma anche una maggiore sensibilità ambientale ha portato sei cittadini su dieci (60%) a diminuire o annullare gli sprechi domestici anche se la situazione resta grave”.

“I nostri agriturismo – conclude il Direttore di Coldiretti Puglia, Angelo Corsetti – stanno anche proponendo ricette e interi menù con i quali riutilizzare in casa gli avanzi per preparare polpette, frittate, focacce, torte. Iniziative importanti da cui emerge quanto sia determinante non solo evitare gli sprechi di cibo ma soprattutto prevenirli”.