Domenica, 15 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Ilva, i Genitori tarantini scrivono al ministro Calenda: 'Si rivolge al nostro popolo con insopportabile arroganza'

Il comitato: 'I parchi di minerale devono scomparire insieme all'intera Ilva'

Pubblicato in Cronaca il 02/12/2017 da Redazione

"Signor Calenda Carlo, il suo modo di rivolgersi al popolo tarantino denota una continua insopportabile arroganza, non seconda certamente a quella degli imperatori dell'antica Roma". Lo scrive il Comitato dei Genitori Tarantini in una lettera aperta al ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, riferendosi allo scambio di tweet con il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, sulla questione del ricorso al Tar contro il Decreto del presidente del Consiglio riguardante la nuova Aia per l'Ilva. "Le vogliamo ricordare - aggiungono i Genitori Tarantini - che noi non siamo gladiatori la cui vita dipende dal pollice alto o verso di un semplice ministro della Repubblica italiana, né la sua attuale carica le può permettere offese e battute di vario genere. Le sue risposte al sindaco di Taranto, del quale non siamo né i difensori né gli iloti e dal quale attendiamo passi ancora più significativi, denotano lo sprezzo con cui si rivolge alla nostra comunità". Il ministro aveva 'citato allegramente - osservano nella lettera aperta - il Leonida re di Sparta (nato due secoli dopo la fondazione di Taranto). Bene, sappia che ci fu un Leonida nato a Taranto. Questi fu poeta tra i massimi dell'antichità, imitato nello scrivere per ben otto secoli dopo la sua morte. Preferì, Leonida di Taranto, l'esilio in povertà alla riduzione in schiavitù da parte degli invasori romani'. Per quanto riguarda, infine, la 'produzione strategica per la nazione' di cui ha parlato nei giorni scorsi Calenda riferendosi all'acciaio, i Genitori Tarantini concludono la lettera al ministro esplicitando la loro posizione. 'Siamo per la chiusura delle fonti inquinanti, senza se e senza ma - scrivono rivolgendosi a Calenda - il loro smantellamento e la bonifica del territorio contaminato (ultimamente anche dalle sue parole).
    Si tenga pure i soldi che vorrebbe anticipare per la copertura dei parchi di minerale; li usi per cose più 'strategiche' per la nazione. I parchi di minerale devono scomparire insieme all'intera Ilva'.