Martedì, 24 Novembre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Omicidio Beppe Sciannimanico, gli inquirenti: 'Perilli lo fece uccidere perché gli toglieva clienti'

Molte persone avevano deciso di rivolgersi al ragazzo 28enne,che stava per aprire una filiale dell’agenzia immobiliare in cui lavorava proprio a Japigia.

Pubblicato in Cronaca il 02/12/2015 da Redazione

Roberto Perilli, l’agente immobiliare accusato di aver ordinato l’omicidio di Giuseppe Sciannimanico, aveva perso diversi clienti che erano passati con la vittima. Sarebbe questo il movente dell’uccisione del 28enne di Palese avvenuta il 26 ottobre scorso nel quartiere Japigia di Bari.

Secondo gli inquirenti alcuni clienti di Perilli avrebbero deciso di rivolgersi a Sciannimanico, che stava per aprire una filiale dell’agenzia immobiliare in cui lavorava proprio a Japigia.

A questo punto l’agente immobiliare si è recato in via Tenente de Liguori insieme al pregiudicato Luigi Di Gioia: quest’ultimo avrebbe sparato due colpi di pistola, uccidendo il ragazzo.