Venerdì, 18 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Dall'Ilva smentita sulla presenza di amianto nel siderurgico

La replica alle accuse del WWF di Taranto

Pubblicato in Ambiente il 15/02/2014 da Redazione
All'interno dell'officina Carpenteria dello stabilimento Ilva di Taranto ''non esistono accumuli di sostanze contenenti amianto'' e ''quanto veicolato non trova alcun fondamento e non rispecchia l'attuale stato dei luoghi''. Lo precisa l'Ufficio stampa dell'Ilva replicando alle informazioni diffuse da Fabio Millarte, responsabile Wwf Taranto Onlus, relativamente allo stoccaggio incontrollato di amianto presso l'officina Carpenteria che sarebbe stato fotografato da un operaio.
''Ci chiediamo - aveva detto Millarte - come mai ancora nessuno interviene a ripristinare luoghi che dovrebbero essere di lavoro e di vita e non di morte dispersa dal vento e dalle acque. Dove finiranno tutti i frammenti di amianto che sono stoccati a cielo aperto in quella fabbrica di morte? Nelle acque, sicuramente, nelle narici dei bambini che vanno a scuola a 300 metri dalla fabbrica, nei polmoni di cittadini che vivono ignari del pericolo ed a cui ci sottoponete con un simile scempio''. La domanda di ambiente, di diritto alla vita - aggiunge il rappresentante del Wwf - sarà ascoltata dai vertici del Siderurgico? O sarà sempre così? Quando un'attività di smaltimento costa si scarica il peso sui lavoratori, lasciando al degrado e alle intemperie il materiale''.