Giovedì, 25 Febbraio 2021 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Presentato il progetto di rinconversione della centrale di Brindisi

Combustibile rinnovabile al posto di carbone, meno emissioni

Pubblicato in Ambiente il 29/03/2014 da Redazione
A2A Ambiente, società del gruppo A2A, ha depositato, presso Provincia e Comune di Brindisi, il progetto definitivo e lo studio di impatto ambientale del nuovo impianto per la produzione di ecoergite, il combustibile rinnovabile brevettato da A2A Ambiente appunto, che potrà essere impiegato nella centrale Edipower di Brindisi per la produzione di energia elettrica, se gli iter autorizzativi si concluderanno positivamente.
Il nuovo combustibile, spiega l'azienda in un comunicato stampa, verrebbe impiegato nella centrale di Brindisi in co-combustione, “sostituendo, in termini termici, una quota pari al 10% del carbone in ingresso, contribuendo in questo modo all'ulteriore abbattimento delle emissioni in atmosfera”. Il progetto definitivo del gruppo A2A per la riconversione della centrale Edipower di Brindisi è composto anche dallo studio di impatto ambientale del nuovo impianto per la produzione di Ecoergite. Questo si pone anche l’obiettivo di consentire alla centrale di ritornare ad essere competitiva sul mercato, grazie al dimezzamento della capacità installata (da 640 MW passerebbe a circa 300 MW) e alla sostituzione parziale del carbone. Altre azioni di ambientalizzazione previste per il sito produttivo di Brindisi sono: la dismissione dei gruppi 1 e 2, l’installazione di filtri a maniche per le polveri, il potenziamento del reattore per le gli ossidi azoto e l’introduzione di un sistema con iniezione di calce idrata per i composti acidi. 


loading...