Sabato, 17 Novembre 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Difendere l’ambiente, cosa è emerso dalla Climate Week di New York

Una settimana dedicata al clima con 15 appuntamenti distribuiti sulla superficie di una città il cui obiettivo adesso è quello di diventare un modello di ecosostenibilità

Pubblicato in Ambiente il 29/10/2018 da Paola Stornaiuolo

Difendere l’ambiente in un momento in cui è minato da più parti ed i cambiamenti ambientali sono ormai un qualcosa di acclarato. Questioni che sono diventate tristemente serie con il passare degli anni e che sono sull’agenda dei principali leader politici già da qualche anno.
Se ne è parlato anche in occasione della 73a Assemblea Generale delle Nazioni Unite nonchè decima edizione della Climate Week di New York che 
si è svolta nella Grande Mela dal 24 al 30 settembre
Una settimana dedicata al clima con 15 appuntamenti distribuiti sulla superficie di una città il cui obiettivo adesso è quello di diventare un modello di 
ecosostenibilità. Al riguardo è in programma di dar vita ad una rete di 56 mila metri quadrati di giardini e vivai proprio nel cuore della Grande Mela,
Un motivo in più per spingere i turisti a recarsi a New York, già oggi in alto nella speciale classifica di città più visitate dai turisti di tutto il mondo. Una tendenza sulla quale ha influito anche il fatto che volare negli Usa sia ormai semplice e non più così dispendioso come un tempo, oltre alla sostanziale facilità di reperire i documenti per recarsi negli Usa come turisti, su tutti la 
domanda per l'ESTA
Per tornare alla settimana del clima che si è tenuta a New York, si sono riuniti i
maggiori leader del mondo industriale e politico in quella che viene identificata come la settimana più importante per dar vita a soluzioni concrete a sostegno dell’ambiente. Una problematica che ormai riguarda tutto il pianeta, nessuno esente, compreso anche il nostro paese dove la questione ecosostenibilità è al centro dell’agenda politica da tempo: anche qui nel nostro territorio si assiste all’alternarsi di iniziative che vadano in quest’ottica, come quelle intraprese da Legambienteper sensibilizzare l’opinione pubblica sulle reali problematiche ambientali.
A New York era presente anche Enel nelle vesti del suo 
amministratore delegato Francesco Starace il quale ha sostenuto l’importanza dell’uso dell’elettricità per guidare la decarbonizzazione delle economie mondiali. Ed in Italia macchine elettriche proprio realizzate dall’Eni hanno iniziato ad invadere le nostre strade da tempo pur se ancora in numero ridotto e con tecnologie da perfezionare per poter garantire un corretto funzionamento. 
In linea generale è negli ultimi 10 anni che la questione è diventata preminente a causa del progresso tecnologico, che avanza a ritmi serrati, e della globalizzazione, meccanismo che volente o nolente mette in atti comportamenti che hanno effetti diretti sull’ambiente. L’obiettivo di difendere l’ambiente si fa sempre più stringente in un momento in cui la popolazione continua a crescere a dismisura e le risorse disponibili, soprattutto quelle naturali, iniziano a scarseggiare. 
Di soluzioni concrete ad oggi ancora non se ne sono trovate, al di là dei vari discorsi su rinnovabili o energie alternative che ancora non riescono ad abbattere del tutto le fonti primarie di inquinamento. Certo è che si tratta di un tema di assoluta importanza che di qui ai prossimi anni dovrà essere affrontato in modo concreto per iniziare a fornire qualche risposta.

 



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet