Sabato, 17 Agosto 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Xylella, eradicazioni radicali solo nel nord del Salento

Il Comitato UE per la salute delle piante ha deciso di usare il pugno duro solo nelle aree più colpite, per non permettere la diffusione del virus

Pubblicato in Ambiente il 29/04/2015 da Redazione
L’Unione europea ha deciso che saranno effettuate eradicazioni più dure per le zone della Puglia colpite maggiormente dal virus Xylella Fastidiosa. Si tratta soprattutto del nord Salento, dove saranno tagliati tutti gli ulivi ospiti nel raggio di 100 metri da una pianta infetta. Si punterà così alla creazione di una sorta di ‘fascia cuscinetto’ che impedisca la diffusione del batterio verso nord. L’obiettivo è quello di evitare che il virus si propaghi ed esca dalla Puglia, senza però distruggere il patrimonio paesaggistico salentino. Dunque, le nuove misure Ue richiedono agli stati membri di notificare nuovi focolai, di condurre test ufficiali e di demarcare le aree infette" in cui "rigide misure di eradicazione sono messe in piedi, che includono la rimozione e la distruzione delle piante infette e di tutte le piante ospiti in un raggio di 100 metri, a prescindere dal loro stato di salute". Il Comitato UE per la salute delle piante ha inoltre bloccato l’importazione di caffè da Honduras e Costa Rica, mentre sta per essere ufficializzato il blocco dell’esportazione delle 150 specie ‘a rischio’ della lista Efsa nei confronti della Puglia. In ogni caso la Commissione Ue ha già espresso nei giorni scorsi la disponibilità a valutare le richieste dell'Italia per un sostegno economico ai produttori colpiti dalle nuove misure anti-Xylella. "E' un provvedimento che evidentemente non è stato condiviso - dice duro il direttore di Coldiretti Puglia, Angelo Corsetti - è stato calato d'alto, che non tiene conto dell'impossibilità oggettiva di alcuni provvedimenti e delle ricadute sugli olivicoltori. Prendiamo atto della decisione 'tardiva di vietare l'importazione di piante di caffè e sottoporre a condizioni rigorose le importazioni all'interno dell'UE di piante specificate note per essere suscettibili di Xylella fastidiosa".

loading...