Lunedì, 14 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Trivelle, i presidenti delle sei regioni si incontrano a Termoli: 'Il governo ci ascolti'

I governatori di Puglia, Basilicata, Calabria, Abruzzo, Molise e Marche hanno costituito un coordinamento ufficiale che avrà una sua agenda politica

Pubblicato in Ambiente il 25/07/2015 da Redazione
I presidenti delle regioni Puglia, Abruzzo, Molise, Marche, Basilicata e Calabria si sono riuniti ieri a Termoli per chiedere al governo di ascoltare i territori riguardo le prospezioni petrolifere nel mar Adriatico e Ionio. I partecipanti hanno costituito un coordinamento ufficiale, che avrà una sua agenda politica “nell’ottica di una nuova idea di regionalismo”. Alle 6 regioni si aggiungeranno quasi sicuramente Campania ed Emilia Romagna. L’incontro di ieri si è quindi concluso con una linea comune: avviare immediatamente le trattative col governo. Il primo incontro, richiesto dai presidenti delle regioni ioniche, è stato fissato a Palazzo Chigi per il 29 luglio. In quell’occasione si discuterà riguardo le prospezioni presentate da Enel Longanesi per il Golfo di Taranto, ma è chiaro che il discorso sarà allargato anche alla situazione del mar Adriatico. Durante l’incontro a Termoli, Michele Emiliano ha chiesto al governo di attivare “un sistema di consultazione delle regioni, prima di prendere decisioni così impattanti”. “Se questo dialogo non dovesse partire – continua il governatore pugliese - siamo qui per valutare l'opportunità di partecipare alla raccolta delle firme per l'abrogazione dello Sblocca Italia. Andare a cercare il petrolio nell'Adriatico e nel mar Ionio è una follia”.
Il coordinamento si riunirà nuovamente il 18 settembre a Bari in occasione della Fiera del Levante.