Sabato, 4 Dicembre 2021 - Ore
Facciamo Notizie

'Io scelgo il Pianeta', a Bari il Festival della sostenibilità ambientale con National Geographic

Dieci giorni dedicati al pianeta, 16 incontri di approfondimento in compagnia di ospiti illustri, come docenti, divulgatori scientifici, giornalisti e fotografi

Pubblicato in Ambiente il 24/11/2021 da Redazione
PH Jordi Chias

Incontri, mostre, proiezioni e azioni sul territorio. Il tutto, secondo un motto che suona come una missione: Io scelgo il Pianeta. A Bari arriva il primo festival dedicato al tema della sostenibilità ambientale, che si svolgerà dal 26 novembre al 5 dicembre 2021 all'interno dei teatri Kursaal Santalucia e Margherita e in altri luoghi significativi della città.   

 

Ideato e organizzato da Cime, realtà pugliese attiva da diversi anni nell'organizzazione di eventi di respiro internazionale – tra cui l'edizione barese della World Press Photo Exhibition – il festival gode del sostegno della Regione Puglia e del Comune di Bari, della partecipazione dell'Università degli Studi di Bari – Corso di Laurea in Scienze Ambientali e dell'esclusiva collaborazione di National Geographic Italia e Rai Documentari.

 

Un evento che si propone di diventare ricorrente nel panorama degli appuntamenti locali e nazionali dedicati al settore e che, in questa sua edizione zero, affronterà i temi della salvaguardia dell'ambiente spaziando dagli incontri tematici alle esposizioni, dalle performance artistiche alle attività di sensibilizzazione e coinvolgimento del territorio, sotto la direzione scientifica di Marco Cattaneo, direttore di National Geographic Italia e delle riviste mensili di settore Le Scienze e Mind.

 

Dieci giorni dedicati al pianeta, 16 incontri di approfondimento in compagnia di ospiti illustri, come docenti, divulgatori scientifici, giornalisti e fotografi. Tra questi, la virologa Ilaria Capua, il direttore di Rai Documentari Duilio Giammaria, la meteorologa e climatologa Serena Giacomin e tanti altri protagonisti che si confronteranno con il pubblico sui temi del rapporto tra uomo e ambiente, delle prospettive dopo Cop26, del destino dei ghiacciai, della salute dei nostri mari e del ruolo dell'informazione nell'ambito del cambiamento climatico. E ancora, 6 proiezioni di documentari e ben 4 mostre: "Archeoplastica", "Poster for Tomorrow: A Planet for tomorrow", "Il pianeta di Greta" e l'esclusiva mostra internazionale "Planet or Plastic?"prodotta da National Geographic 


Io scelgo il Pianeta sarà inaugurato, venerdì 26 novembre alle ore 18.30 nella sala Teatro del Kursaal Santalucia alla presenza delle autorità: a seguire, dalle 19.30, nella stessa location, il festival entrerà nel vivo con il primo incontro dal titolo "Salute circolare: il rapporto tra uomo e ambiente" al quale prenderanno parte il direttore scientifico del festival, Marco Cattaneo e la virologa Ilaria Capua. 

 

"Io scelgo il Pianeta è una dichiarazione di intenti, ma anche un invito che rivolgiamo a tutta la comunità – spiega Vito Cramarossa, direttore di Cime – quello di scegliere, consapevolmente, da che parte stare nell'ambito dell'impegno per la salvaguardia dell'ambiente. Una sfida importante a livello globale ma anche locale, che si rende ancora più necessaria in un momento in cui la nostra città e la nostra regione ormai si affacciano da protagoniste sul panorama culturale, turistico ed economico internazionale. Avere la visione di un modello di sviluppo sostenibile non è più un mero esercizio di policy management ma una virata repentina necessaria per la sopravvivenza del nostro pianeta - prosegue - Potevamo scegliere di esporre semplicemente una mostra di grande spessore e richiamo come "Planet or Plastic?" del National Geographic ma abbiamo scelto di andare oltre e piantare il seme di un festival, oggi alla sua edizione zero, che possa con il tempo crescere e annualmente accendere i riflettori sulle tematiche della sostenibilità ambientale ma non solo. Cime, la realtà che rappresento, ha sempre scelto di investire in progetti, come per esempio World Press Photo Exhibition, che possano creare sempre un valore per il nostro territorio e smuovere il senso critico delle nostre comunità soprattutto nei confronti dei grandi temi al centro del dibattito contemporaneo".  

"Con "Planet or plastic? Io scelgo il pianeta" prosegue l'impegno di Regione Puglia nel sostenere la cultura della sostenibilità a 360 gradi - dichiara il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano - Per una settimana il Teatro Kursaal Santalucia da poco  restituito alla fruizione pubblica ospiterà una delle iniziative di maggior rilievo, su scala nazionale, dedicata all'ambiente: un grande progetto prodotto da National Geographic e realizzato a Bari da CIME nell'ambito delle attività regionali "Custodiamo la cultura in Puglia" che attraverso l'arte e la fotografia contemporanee punta a sensibilizzare il maggior numero possibile di cittadini all'uso responsabile della plastica per far fronte all'emergenza ambientale che il pianeta sta vivendo".

Tutti gli incontri e le proiezioni presenti nel programma del festival "Io scelgo il Pianeta" sono gratuiti, previa prenotazione sul sito www.ioscelgoilpianeta.it e fino ad esaurimento dei posti disponibili. Tutte le attività che si svolgono all'interno del Teatro Kursaal Santalucia sono gratuite. L'accesso sarà consentito solo con mascherina e Green Pass valido, verificato tramite app ministeriale, a un numero contingentato di visitatori, finalizzato a garantire un'adeguata distanza interpersonale. All'ingresso sarà misurata la temperatura. Saranno previsti erogatori di gel disinfettante a disposizione del pubblico. 



loading...