Martedì, 15 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Allo IAMB 'C’era una volta il Ueist'

Percorso innovativo di sensibilizzazione ai consumi e agli sprechi alimentari

Pubblicato in Ambiente il 20/03/2014 da Redazione
Alle 17.00 di questo pomeriggio, presso l'Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari a Valenzano, "C’era una volta il Ueist" propone un percorso innovativo di sensibilizzazione del grande pubblico, dedicato ad un tema di bruciante attualità ed importanza: i consumi e gli sprechi alimentari. A partire dai paradossi del nostro tempo legati a cibo e nutrizione, prende vita un percorso formativo e divulgativo che ha l’ambizione di guidare gli spettatori-consumatori attraverso una riflessione su questioni quali: la qualità della vita e il cambiamento dei modelli alimentari; la connessione tra cibo, salubrità dell’ambiente e salute dei consumatori; gli aspetti etici, politici, culturali, morali e finanziari collegati alla produzione e consumo degli alimenti. Per descrivere gli scenari attuali e delineare le sfide future, C’era una volta il Ueist sperimenta un percorso di consapevolezza in continuo divenire, dove le informazioni sono veicolate attraverso il gioco, il sorriso e le emozioni, utilizzando l’esame dei comportamenti oltre che l’analisi dello spreco nelle sue tante vesti, inclusa la spregiudicatezza del sistema produttivo consumistico e la ignara complicità dei consumatori.
In occasione della "Prima" della conferenza-spettacolo, seguirà l’evento “TASTE ZERO WASTE”: una degustazione di prodotti italiani e libanesi, preparati secondo la filosofia della semplicità, del recupero e della frugalità.
Con il contributo scientifico e il supporto dell’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari, sede italiana del CIHEAM - Centre International de Hautes Etudes Agronomiques Méditerranéennes.
Testo e interpreti:
Massimo Melpignano, avvocato, da sempre impegnato nella difesa dei diritti dei cittadini e dei consumatori.
Antonio Cajelli, educatore finanziario indipendente, autore di percorsi innovativi di consapevolezza finanziaria e di approccio al consumo.
Regia teatrale:
Paola Caterina D’Arienzo
Video e regia televisiva:
Luca Baù