Giovedì, 5 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Rottura tubatura a Minervino, Consorzio di bonifica: 'Intervento immediato e situazione sotto controllo'

Il commissario straordinario unico, Alfredo Borzillo, risponde a Colidretti Puglia: 'I danni sono stati circoscritti con un ripristino della situazione in breve tempo'

Pubblicato in Ambiente il 19/06/2019 da Redazione
Il commissario straordinario unico del Consorzio di Bonifica Terre d’Apulia, Alfredo Borzillo, e il responsabile dell’area Agraria, Pietro De Simone, riportano ordine sulla rottura della tubatura in zona Minervino Murge.
Dal momento della rottura della tubatura, del diametro 800mm, all’intervento da parte degli operatori del Consorzio c’è stato solo il tempo tecnico necessario tra l’avviso di emergenza e quello di arrivo sul posto per verificare lo stato delle cose. I tecnici durante il sopralluogo hanno interrotto il flusso d’acqua nella prima mattinata di ieri e subito dopo si è provveduto ad avviare i lavori di scavo per evidenziare la rottura o le rotture che ne hanno generato la perdita. Il Consorzio ha immediatamente e contestualmente allertato le ditte fornitrici per verificare la disponibilità del materiale per i lavori di sostituzione delle tubazioni. Appena disponibili i materiali, i tempi di lavoro per il ripristino funzionale delle condotte sono ovviamente strettissimi.
“Colpisce constatare quanto ultimamente si faccia sempre più fatica a dare il giusto peso agli eventi che riguardano il Consorzio di Bonifica commissariato – si legge in una nota - come pure in questo caso è bene sottolineare che ad essere interessato dalle conseguenze della accidentale rottura della tubazione sia stato principalmente un unico contribuente i cui terreni ricadono in una zona di compluvio che porta al canale delle Murge confluendo poi nell’Ofanto lasciando defluire il corso d’acqua.
Non fa bene a tutti, all’informazione men che meno, leggere paroloni come ‘danni mostruosi’ per le colture. Come sottolineato dal responsabile dell’area Agraria, gli operai sono intervenuti tempestivamente sul luogo dell’incidente e i danni sono stati circoscritti con un ripristino della situazione in breve tempo come dimostrano anche le foto scattate nel pomeriggio e dopo gli interventi". 

“È da folli pensare che il Consorzio sia la panacea a tutti i mali – commenta il direttore generale Giuseppe Corti -: la Coldiretti lo sa perfettamente sapendo con quante difficoltà riusciamo a intervenire nonostante i contributi non corrisposti o corrisposti in minima parte. È certamente vero che ai Consorzi spetta la manutenzione dei canali ma è altrettanto vero che a fronte di contributi non riscossi è difficile operare per ripristinare situazioni che richiederebbero milioni di euro. Ribadiamo che con il minimo di contribuzione riusciamo a realizzare il minimo degli interventi richiesti e il Consorzio interviene lì dove ci sono situazioni di emergenza che richiedono tempestività. Su una rete di mille chilometri pensare di effettuare lavori ordinari in questa situazione è veramente semplicistico”.