Venerdì, 13 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Trivelle: la corte costituzionale si pronuncerà su due quesiti il 9 aprile, il referendum è a rischio

Il governo ha deciso per il 17 aprile, ma se l'organo dovesse dichiarare ammissibili i due quesiti, resterebbero soltanto 8 giorni di campagna elettorale

Pubblicato in Ambiente il 16/02/2016 da Redazione

La data del referendum sulle trivelle,fissato dal governo per il prossimo 17 aprile, è sempre più a rischio. La Corte costituzionale pronuncerà il suo giudizio su altri due quesiti il prossimo 9 aprile, a soli 8 giorni dal referendum.

 

Se l’organo dovesse dichiarare ammissibili entrambi i quesiti, gli italiani deciderebbero anche sul Piano delle aree e sulla durata dei titoli della ricerca e dello sfruttamento degli idrocarburi in terraferma.

 

Intanto le regioni che hanno presentato ricorso protestano contro la scelta del governo: in questo modo non sarebbero assicurati i 45 giorni di campagna elettorale. Anche il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, aveva chiesto al premier Renzi di rivedere la scelta ed indire un election day per tenere insieme referendum anti-trivelle ed elezioni Amministrative.