Sabato, 20 Aprile 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Un sacco in comune', cinque quartieri di Bari si sfideranno a colpi di raccolta differenziata

Il progetto durerà dal 18 maggio al 13 giugno. Il quartiere vincitore riceverà un'altalena e quattro panchine in materiale riciclato

Pubblicato in Ambiente il 14/05/2015 da Redazione
Partirà il prossimo 18 maggio la sfida sulla raccolta della plastica tra i Municipi di Bari. Per quattro settimane cinque quartieri - nello specifico Libertà, Carrassi, San Paolo, Ceglie-Loseto e Catino - saranno impegnati nell’iniziativa “Un sacco in Comune - a tutta plastica”, promossa da Corepla - Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclaggio e il recupero degli imballaggi in plastica in collaborazione con l’Amiu Puglia e l’amministrazione comunale per incrementare la quantità e la qualità di materiale in plastica da differenziare. Al termine del progetto, che si concluderà il 13 giugno, il quartiere che avrà ottenuto la percentuale più alta riceverà un’altalena realizzata con materiale riciclato, quattro panchine in plastica e 19.50 metri quadrati di pavimentazione antitrauma da installare sul proprio territorio. I dettagli dell’iniziativa sono stati illustrati questa mattina, a Palazzo di Città, dall’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli, dal presidente di Amiu Puglia Gianfranco Grandaliano, dal responsabile di Corepla per le relazioni sul territorio Massimo di Molfetta e dai cinque presidenti di Municipio.

“Presentiamo questa campagna di sensibilizzazione - ha dichiarato Petruzzelli - che in realtà si presenta come una competizione tra quartieri. A Bari raccogliamo 450 tonnellate di plastica al mese, quindi il progetto non è un punto di arrivo ma di partenza perché siamo convinti che la percentuale di raccolta possa e debba continuare a crescere. L’amministrazione comunale si sta impegnando molto per aumentare la differenziata, e infatti stiamo per dar vita ad altre sinergie, dopo quelle con Conai e Corepla. Il nostro obiettivo è rispettare entro fine giugno i numeri previsti dalla normativa regionale, in modo da evitare l’ecotassa”.

“Vorrei ringraziare Corepla - ha affermato Grandaliano - perché sono convinto che questo progetto ci consentirà di migliorare il dato sulla quantità di raccolta e la qualità stessa del materiale. Se è vero che per quanto riguarda la carta risultiamo tra le migliori città in Italia, per la plastica dobbiamo ancora migliorare. Questa iniziativa popolare permetterà di sensibilizzare maggiormente i cittadini sulle corrette modalità per differenziare la plastica. Noi collaboriamo con diversi consorzi di filiera e sono certo che questa sarà la prima di tante altre iniziative da realizzare insieme”.

“Si tratta di una vera e propria sfida per Corepla - ha concluso di Molfetta - Bari, infatti, è la prima città in cui prende avvio questo progetto. L’abbiamo scelta di proposito perché abbiamo percepito da subito la volontà di sposare l’iniziativa da parte dell’amministrazione. Partiamo con questa tappa numero zero, sicuri che grazie a "Un sacco in Comune" saranno raggiunti dei buoni risultati”.



Dal 18 maggio al 13 giugno nei quartieri individuati, e con la collaborazione dei Municipi, si svolgeranno attività di promozione di “Un sacco in Comune” al fine di coinvolgere tutti i cittadini ed incrementare la raccolta di materiali in plastica come:

· bottiglie di acqua minerale, latte, bibite e olio;

· flaconi e dispenser per detersivi, saponi e cosmetici;

· contenitori per salse, creme e yogurt;

· vaschette in plastica per alimenti;

· blister e involucri sagomati;

· buste e sacchetti in plastica per pasta, patatine, caramelle, verdure e surgelati;

· reti per frutta e verdura;

· pellicole trasparenti;

· piatti e bicchieri monouso (privi di residuo di cibo);

· sacchi per prodotti da giardinaggio, per detersivi e alimenti per animali;

· vasi da fiori e piantine utilizzati solo per la vendita e il trasporto;

· materiali per la protezione e il trasporto delle merci (pellicole, pluriball, “chips” in polistirolo).

loading...