Martedì, 11 Dicembre 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Abusivismo su demanio marittimo in Puglia sfiora il 15% del totale nazionale

Vendola: "Ecomostri vanno abbattuti, nessuna pietà"

Pubblicato in Ambiente il 12/04/2014 da Redazione
In Puglia l'abusivismo accertato dalle Forze dell'ordine e dalle Capitanerie di porto sul solo demanio marittimo sfiora il 15% del totale nazionale. Gli scorci più belli del paesaggio pugliese sono quelli che pagano il prezzo più alto all'appetito di affaristi, che cementificano intere fette di territorio in totale spregio delle leggi, della salvaguardia della natura, del bene pubblico. I dati emergono dal dossier ''L'abusivismo edilizio in Puglia: fotografia di uno scempio'', presentato a Bari. Nella regione, il Gargano e il Salento restano i territori più colpiti dalla piaga del cemento illegale e sono pochissime le ordinanze di demolizione che vengono eseguite, solo il 5%. Il fenomeno dell'abusivismo edilizio si estende in tutta la regione: a fare la parte del leone sono le coste del Gargano e del Salento, lidi di forte richiamo turistico e di massiccia speculazione edilizia.
'Ecomostri, immobili abusivi che violano il paesaggio, la natura, la bellezza e che sono soltanto simboli di una idea speculativa del territorio vanno abbattuti. Noi abbiamo il diritto ad appropriarci di cio' che e' un bene comune, di cio' che e' un bene di tutti'', ha detto il Presidente della Regione Nichi Vendola commentando i dati.
Secondo Vendola ''l'efficacia della deterrenza sta anche nella capacita' dell'intera comunita', scolaresche, istituzioni e cittadini, di riunirsi attorno ad un rito di pulizia e di bonifica morale, oltre che di bonifica ambientale''


loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet