Mercoledì, 18 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

ANEC Puglia e Basilicata contro l'embargo francese

L'Associazione Nazionale di Esercenti Cinema di Puglia e Basilicata non proietterà più film francesi nelle sale che aderiranno

Pubblicato in Ambiente il 10/04/2015 da Redazione
Giulio Dilonardo, presidente ANEC
Da lunedì prossimo sarà attivo l’embargo francese su una moltitudine di prodotti agricoli pugliesi usando strumentalmente il problema Xylella. L’embargo della Francia su 102 specie vegetali a rischio Xylella rappresenta una minaccia reale per l’economia pugliese e, più in generale, per l’immagine dell’agricoltura italiana. Ad essere in gioco è sia l’economia di un’intera regione che fa dell’agricoltura e dell’olivicoltura la principale leva di sviluppo, sia il valore paesaggistico legato alla presenza di ulivi secolari di inestimabile valore ambientale. L’ANEC (Associazione Nazionale di Esercenti Cinema) di Puglia e Basilicata, ha deciso di sposare questa causa con un gesto significativo, prende posizione in merito all’embargo adottato dal governo francese e comunica che per protesta a tale inopportuna e sbagliata decisione, gli esercenti cinema pugliesi non proietteranno nelle sale cinematografiche aderenti, film di nazionalità transalpina fino a totale revoca del decreto del Ministero dell’Agricoltura francese. Il presidente Giulio Dilonardo ha dichiarato: “Ci sembrava opportuni dimostrare vicinanza ai territori e alle comunità della nostra regione, che in una situazione economica già difficile, subiranno un ulteriore danno per i provvedimenti adottati dal governo francese, solleciteremo a livello nazionale analoga iniziativa di solidarietà su tutto il territorio italiano”. L’ANEC Puglia e Basilicata rappresenta più di 200 scermi dalle monosale, cinema teatri, cityplex e multiplex presenti nelle due regioni.

loading...