Venerdì, 23 Agosto 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Parco dell'Alta Murgia, la connettività WiFI per valorizzare il patrimonio naturale e culturale del territorio

L'Ente Parco ha immaginato di aderire al progetto RuralFirst, per portare la connettività WI-Fi nelle zone rurali e contribuire a cambiare il rapporto città-campagna

Pubblicato in Ambiente il 08/07/2019 da Redazione

Grazie al Protocollo d'Intesa siglato tra il Ministero per lo Sviluppo Economico, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e la Regione Puglia, il Parco Nazionale dell'Alta Murgia diventa la prima area protetta in Italia in cui verrà sperimentata la connettività WiFi per lo sviluppo di piattaforme intelligenti e la valorizzazione del patrimonio naturale e culturale del territorio. Il Consiglio Direttivo dell'Ente Parco lancia questa sfida con il pieno sostegno della Regione Puglia, con la quale c'è un dialogo costante ed importante, e in sinergia con il Polo Museale della Puglia.

Nell'ultima versione del Protocollo, l'Ente Parco ha immaginato di aderire al progetto RuralFirst, posto in atto da CISCO nelle Isole Orkney nel Regno Unito, per portare la connettività WI-Fi nelle zone rurali, prima ancora che nei grandi centri per dare impulso alla crescita delle aree interne e contribuire a cambiare il rapporto città-campagna.

“La sottoscrizione di questo Protocollo - ha affermato il Presidente Vicario del Parco Nazionale dell'Alta Murgia,Cesareo Troia - è un evento epocale: saremo in grado di fornire maggiori servizi, ma soprattutto avremo gli strumenti per una migliore governance del territorio. Pensiamo ai pannelli digitali per i turisti, ma anche ai tanti progetti che l'Ente sta realizzando a partire dalla gestione integrata dei siti UNESCO. Ci stiamo sforzando per far capire alla Comunità del Parco che l'Ente ha un ruolo strategico: punta a mettere insieme le visioni di questo territorio. È questo il senso del Patto Ambientale sottoscritto con i Sindaci dei Comuni. Un primo obiettivo lo abbiamo raggiunto ed è la creazione di una Comunità fatta dai tanti attori che partecipano ad ogni decisione e progetto del Parco. Ora dobbiamo essere capaci di creare occupazione, trovando il punto di equilibrio tra ecologia ed economica, anche grazie alla collaborazione delle agenzie educative e, soprattutto, dei giovani e della loro creatività che noi abbiamo il dovere di sostenere”.

Il Parco Nazionale dell'Alta Murgia ha intrapreso, dunque, un percorso nuovo, connettendo l'Ente con i paesi che lo circondano, come ha affermato la Sindaca di Altamura, Rosa Melodia, che, venerdì scorso ha ospitato la presentazione del Protocollo d'Intesa nell'ex edificio dell'Acquedotto Pugliese.




loading...