Martedì, 12 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Il Consiglio regionale respinge la proposta di legge anti-speculazione per i terreni colpiti da Xylella

Il proponente Sergio Blasi (Pd): 'Non demordo, ripresenterò la legge'

Pubblicato in Ambiente il 02/12/2015 da Redazione

Con 37 voti contrari e nove favorevoli (quello del proponente, il consigliere Pd Sergio Blasi, e degli otto rappresentanti del M5s) il Consiglio regionale della Puglia ha respinto la proposta di modifica di un articolo della legge n.41 2014 studiata per vietare, per 15 anni, il cambiamento della destinazione urbanistica delle aree colpite da Xylella fastidiosa.

Sergio Blasi, dopo la decisione del Consiglio, ha annunciato che ripresenterà la proposta di legge: “Nel corso della discussione sono stati sollevati rilievi dal punto di vista tecnico e giuridico e mi è stato rivolto l’invito a ripresentare in Commissione la legge. Dal momento che nel precedente lavoro di esame del testo, svolto dalla Commissione Agricoltura, non erano stati sollevati rilievi di sorta, ho preferito non ritirare la mia proposta, che è stata respinta. 
Nonostante l’esito, la discussione in aula ha evidenziato una ampia convergenza sulla necessità di preservare la destinazione agricola dei suoli colpiti dal batterio. Una richiesta che prima di oggi era già venuta dai consigli comunali del Nord Salento, sia da comuni della provincia di Lecce che di quella di Brindisi, nei quali si è deliberato sollecitando esattamente ciò che la legge anti-speculazione avrebbe stabilito. Anche alla luce di ciò la bocciatura di oggi è per me incomprensibile. 
In ogni caso, facendo tesoro di alcune obiezioni di tipo tecnico-giuridico, ripresenterò la proposta anti-speculazione entro le prossime quarantotto ore. Ho il dovere per il valore del nostro patrimonio paesaggistico e rurale di non demordere”