Direttora: ANNAMARIA FERRETTI Dir.: A.FERRETTI
20 Settembre 2021

Terza età: la tecnologia per viverla al meglio

Per una vita più serena e comoda

Pubblicato in Lifestyle il 31/05/2021 di Teresa Salerno

Che li si vogliano chiamare “anni azzurri” o meno prosaicamente “anzianità”, non si sfugge comunque al fatto che si tratti di un periodo tanto importante quanto potenzialmente delicato. Dopo una vita di lavoro e sacrifici la speranza è di condurre una vita serena e comoda. Il primo grande step negli ultimi decenni è stato in particolare sul piano della salute, gli enormi avanzamenti della scienza medicahanno allungato di molto l’aspettativa di vita. Ma la tecnologia può offrire di più.

Infatti, se fino a poco tempo fa alcune persone ormai molto avanti negli anni erano costrette, per esempio, a rimanere isolate in casa con una mobilità molto ridotta, ora ci sono diverse soluzioni per ovviare a queste difficoltà. 

In casa

All’interno della propria abitazione ci sono molti potenziali supporti alla vita di tutti i giorni. Il primo pensiero va alle poltrone con alzapersona che nel contempo sono anche reclinabili che male non fa… Ci può essere il comfort insieme alla praticità! 

Ma la difficoltà motoria diventa potenzialmente insormontabile in particolare in presenza di scale nell’abitazione, o ancora peggio nello stabile qualora questo non abbia un ascensore. Sono allora essenziali i montascale, ormai evoluti al punto da potersi adattare sostanzialmente a tutte le scale e agli arredi della casa senza essere un pugno nell’occhio.

Un altro elemento cardine delle abitazioni per gli anziani sono i box doccia, o vasca, che risparmiano movimenti diventati ormai difficili, se non impossibili, e pericolosi vista anche la scivolosità dovuta all’umidità del bagno… 

Passando ad aspetti meno pratici, per ovviare all’isolamento anche in questo ultimo periodo particolare molte persone avanti negli anni hanno ben pensato di impratichirsi con il computer o magari con un tablet per capire come mettersi in contatto con il resto della famiglia, specie figli e nipoti, in videoconferenza. Un modo per superare la solitudine, nell’attesa di poter rincontrare le persone care.

Fuori casa

Muoversi con libertà all’interno di casa propria è sicuramente una conquista, ma per andare in giro come si può fare? Molti anziani sono costretti a rinunciarvi perché abitano in zone relativamente poco abitate e sarebbero costretti a utilizzare mezzi che non sono più abilitati o non hanno più la confidenza di utilizzare. Al momento una vera soluzione non c’è, ma è all’orizzonte. 

Infatti, se i monopattini elettrici rimangono comunque troppo pericolosi da manovrare per una persona non più in giovane età, e altre soluzioni sono impraticabili, nel prossimo futuro arriveranno le automobili completamente autonome, potenzialmente affittabili per la giornata o per il tragitto. 

Per chi si sente ancora abbastanza in forma ci sono anche le biciclette con la pedalata assistita, utilizzate anche da giovani in forma che vogliono affrontare tratti impegnativi, garantiscono anche a chi è in pensione di muoversi con una certa libertà e con la sicurezza di un mezzo in grado di supportare lo sforzo qualora ad un certo punto mancasse l’energia necessaria per tornare a casa. Ma meglio prima testare l’equilibrio!

Naturalmente tutto ha un prezzo. Da una parte per alcune di queste soluzioni c’è (o ci sarà sicuramente) il supporto dello stato, con detrazioni e bonus, dall’altra parte ci sono supporti tecnologici che hanno dei costi da valutare perché possono pesare sul proprio portafoglio, quindi meglio verificare i montascale prezzi, quelli delle poltrone o delle biciclette. Per le auto autonome c’è tempo!