30 Novembre 2021

Tendenze scarpe, i 6 modelli iconici più desiderati

La short list di Stileo.it per la Primavera-Estate 2021

Pubblicato in Lifestyle il 07/06/2021 di Teresa Salerno

Non chiamatele semplicemente scarpe. Sì, perché ci sono calzature che hanno fatto la storia della moda e che ancora oggi accompagnano i nostri passi.

 

Ma quali sono le scarpe iconiche più desiderate della Primavera-Estate 2021? Stileo.it, portale dedicato agli appassionati di moda e tendenze, ha identificato i 6 modelli di culto per cui perdere la testa in questa stagione.

 

Ecco quali sono e perché ancora oggi sono degli elementi di stile irrinunciabili. 

 

Il luminoso universo delle Rockstud Valentino

Una linea gioiello nata dal genio creativo del duo Chiuri-Piccioli. I designer, chiamati alla guida della maison romana dopo il ritiro di Valentino Garavani, portano nuova luce sulle passerelle. 

 

Il lancio nel 2010 a Parigi. Le Rockstud entrano prepotentemente in scena con le loro borchie metalliche, e ancora rappresentano un simbolo del marchio. 

 

Le forme acuite delle preziose applicazioni portano la casa di moda nella contemporaneità, donandogli un tocco punk rock. Nel 2021 l’evoluzione in Roman Stud, con borchie più grandi. E non è ancora finita. 

 

Geniali come le Gucci Princetown 

Nel 2015, anno in cui sono state proposte, hanno stupito tutti. Sono le slipper Princetown di Gucci, un vero e proprio must have per chi vuole farsi notare. 

 

Le it-shoes sono il risultato di uno dei tanti voli pindarici compiuti da Alessandro Michele, ancora oggi alla guida creativa della maison. Come rinnovare la più classica delle calzature, il mocassino con il celebre Morsetto?

 

Ed ecco a voi la scarpa che ha solo le sembianze di una ciabatta. In realtà è un concentrato di fantasia e creatività. Al confine col kitsch, specie nella versione foderata in pelliccia.

 

La lunga storia delle espadrilles Castañer 

Estate come sinonimo di espadrilles. Le scarpe con la tipica suola in iuta sono perfette per la stagione calda. E se poi sono firmate Castañer, ancora meglio. 

 

Sì, perché il modello deve molto ai componenti della famiglia Castañer, in scena fin dal 1927. Sono proprio loro, infatti, ad averlo sottratto alle sue umili origini per portarlo all’attenzione della moda internazionale. 

 

Siamo nel 1972 e il marchio spagnolo lancia in collaborazione con Yves Saint Laurent i primi esemplari con la zeppa. Da allora, hanno fatto il giro del mondo, rimanendo immutati per qualità dei materiali e artigianalità.

 

Adidas Originals nel nome di Stan Smith 

Forse non tutti sanno che le sneaker più classiche di adidas portano il nome di una star del tennis. Stiamo parlando di Stanley Roger “Stan” Smith, il campione americano a cui sono dedicate.

 

Il battesimo ufficiale nel 1978, quando le Stan Smith assumono il nome che le caratterizza ancora oggi. In realtà, il modello era in circolazione già dal 1963, associato al tennista francese Robert Haillet.

 

Al ritiro di Haillet adidas cerca un nuovo poster boy. E la scelta è quella giusta, visti i risultati. Con le sue forme pulite, le Stan Smith sono uscite dai campi da gioco e arrivate fino a noi. Più trendy che mai.

 

Nike Air Force 1 simbolo dello streetwear

Il boom nei primi anni 2000, quando i rapper più influenti la scelgono per completare il proprio look ispirato dalla strada. Eppure, le Nike Air Force 1 avevano iniziato il loro articolato percorso nel 1982.

 

Lungo le linee decise del modello scorre la matita di Bruce Kilgore, che le immagina per soddisfare le esigenze dei giocatori di basket. Dopo una infatuazione iniziale da parte di eminenti esponenti dell’NBA, vengono dimenticate. Ma solo per poco.

 

In breve tempo il modello dall’evidente riferimento “presidenziale” arriva nelle metropoli americane. E si afferma come accessorio chiave dello streetwear. Un primato mantenuto ancora oggi.

 

L’animo ribelle delle Dr. Martens 1460 

Per molti Dr. Martens vuol dire 1460. E non hanno torto, considerando la lunga strada percorsa dal celebre stivaletto nell’immaginario collettivo. 

 

Il modello simbolo del marchio inglese ha compiuto 60 anni nel 2020. E se li porta decisamente bene. Prodotte originariamente dalla R. Griggs & Co. a Wollaston, Inghilterra, sono i primi a impiegare la rivoluzionaria tecnologia di ammortizzazione AirWair.

 

Particolarmente amate dai più giovani, sono state il simbolo delle più animose sottoculture, dai mod ai punk. Dopo un drastico calo negli anni 2000, hanno riconquistato strada puntando sul loro lato più glamour.