30 Novembre 2021

Polignano, Pescaria annuncia la più grande festa mai organizzata da un ristorante

Fish You party in programma il 25 maggio 2022

Pubblicato in Enogastronomia il 25/05/2021 di Redazione

Pescaria annuncia la più grande festa mai organizzata da un ristorante, a Polignano il 25 maggio 2022

Dopo mesi di stop forzato e rinunce a eventi e festeggiamenti ufficiali, Pescaria annuncia la più grande festa mai organizzata da un ristorante: il 25 maggio 2022, in occasione del settimo compleanno del brand pugliese, tutta Polignano sarà in festa con una programmazione unica e inedita.

In tempi difficili, il regalo più bello è la speranza di poter tornare di nuovo insieme.

Pescaria, una storia monella nata a Polignano

Pescaria è nata nel cuore della provincia barese: il primo store è stato inaugurato a Polignano a Mare nel 2015 grazie a Bartolo L’Abbate (storico commerciante ittico pugliese, amministratore delegato di Pescaria e Domingo Iudice (co-fondatore e CMO di Pescaria, tra i 100 direttori marketing italiani di successo secondo Forbes). Nel 2016 è stata inaugurata la prima sede di Pescaria a Milano in via Bonnet, nel 2018 è arrivato il secondo store in via Solari, poi il lido di Pescaria a Trani (aperto solo in estate) e nel 2019 quello di Torino, in una location esclusiva su due piani in Piazza Carignano, poi ancora Roma, Bologna e Napoli aperti in un delicato periodo di emergenza. 

Un anno di crescita, zero giorni di chiusura nonostante l’emergenza: le soluzioni digital che hanno premiato Pescaria

Tre aperture tra il 2020 e il 2021, nuove tappe in arrivo in Italia, nessun giorno di chiusura nonostante l’emergenza: sin dai primissimi giorni di lockdown, Pescaria ha potenziato le campagne digital a supporto del servizio delivery a Milano e Torino, creando in soli due giorni una piattaforma autonoma di prenotazione di pranzi e cene a domicilio anche in Puglia, un servizio esteso per 40 km, con una tipologia di copertura utenti abissale: 0,5 mln la popolazione in Puglia, 1,3 mln solo a Milano. I risultati ottenuti hanno permesso all’attività di non registrare cali significativi di fatturato, ottenendo in Puglia 950 contatti in 24 ore, con 1000 consegne in 10 giorni e con 35K del fatturato in 7 giorni.


Il nuovo menù dal 25 maggio 2021, sempre più sostenibile e local: tra le novità le ostriche pugliesi del Gargano

I fondatori del fast food di pesce hanno aderito al Sustainable Restaurant Program e ottenuto la certificazione Friend of the Sea che prevede la promozione di buone pratiche di consumo ecosostenibile del prodotto ittico, sostenendo attività di pesca e acquacoltura certificate. Nel nuovo menu il pesce c’è, ma è sostenibile: un esempio su tutti è il cobia, pesce bianco di altissima qualità allevato in ambienti privi di stress e senza ormoni, coloranti e pesticidi. A partire da maggio 2021, si arricchisce l’elenco delle materie prime sostenibili e locali, come ad esempio le ostriche pugliesi del Gargano.

 

Ulteriore punto di forza del format è la gestione ottimizzata della logistica e dei magazzini, che porta a un tasso di spreco degli alimenti inferiore al 5%: anche per questo è stata premiata durante la terza edizione dei Retail Awards di Forum Retail in qualità di Best Logistics Project. In quest’ottica, Pescaria sta per inaugurare una nuovissima sede logistica ad alta tecnologia ed estremamente innovativa a Polignano che servirà tutti i punti vendita in Italia, che creerà ulteriori posti di lavoro altamente specializzanti con l’obiettivo di ottimizzare sempre più la gestione delle materie prime e tracciare in modo scientifico l’uso di tutti quei prodotti che compongono il menù di Pescaria.

Pescaria è il primo fast food 100% plastic free 

Pescaria si è posta il problema dell’impatto ambientale della somministrazione in pack monouso sin dall’inizio, arrivando in pochi anni a diventare uno tra i primi brand in Italia completamente plastic free: piatti, posate e bicchieri sono monouso e realizzati in PLA, un materiale derivato dal mais, perfettamente simile alla plastica ma in tutto e per tutto biodegradabile e compostabile. Investire in soluzioni monouso compostabili per il cibo non è solo una sfida ma una scelta di responsabilità e consapevolezza. Una scelta di cui Pescaria oggi è più che fiera.

Anche il packaging del delivery o in take away è sostenibile: tutte le portate sono servite in soluzioni monouso compostabili plastic free garantiscono sostenibilità e massima igiene. Una strada intrapresa da Pescaria sin dall’inizio del 2019 e che oggi, in circostanze così particolari, soddisfa ulteriormente le esigenze dei consumatori.