30 Novembre 2021

Lino Banfi protagonista al Bifest: 'Ho aperto il sentiero della pugliesità'. VIDEO

L'attore originario di Canosa ha parlato della sua carriera durante la masterclass al Petruzzelli

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 30/09/2021 di Redazione

Lino Banfi è il protagonista della quinta giornata del Bifest. L’attore pugliese ha tenuto una masterclass sul palco del teatro Petruzzelli dopo la proiezione de “Il commissario Lo Gatto”.

“Credo di aver dato l’apertura di un eventuale sentiero che non c’era – ha spiegato - Non abbiamo una drammaturgia pugliese alle spalle. Ho cominciato dall’avanspettacolo e devo dire che mi sono serviti molto quei quattro anni che ho passato in seminario. Credo di aver dato qualcosa al cinema italiano”.

Banfi ha raccontato alcuni aneddoti della sua carriera: dalle esperienze in seminario all’amicizia con Domenico Modugno.

Breve passaggio anche sul dialetto utilizzato nei suoi film, che negli anni ’80 e ’90 è stato attribuito alla città di Bari, diventata “Beri” in tutta Italia: “Alcuni baresi al Nord si arrabbiavano per questa pronuncia scorretta – ha spiegato Banfi -. Io però non avevo colpe, il mio desidero è stato sempre quello di aprire il sentiero della pugliesità”.

Infine il rapporto con Papa Francesco: “Mi ha scritto una lettera bellissima – conclude – dicendo che sono il nonno della nazione italiana. L’ho incorniciata per poterla conservare meglio”.