Direttora: ANNAMARIA FERRETTI Dir.: A.FERRETTI
Facciamo Notizie

Nasce a Bari la Rete di studi di Genere, Intersex, Femministi, Transfemministi e sulla Sessualità

La costituzione della nuova rete è avvenuta durante il Festival delle Donne e dei Saperi di Genere

Pubblicato in Cultura e Spettacoli Donne il 25/03/2019 di Redazione

L’ottavo anno del Festival delle Donne e dei Saperi di Genere in corso, dal 18 al 30 marzo, oltre ad essere un’edizione prestigiosa e speciale che ha visto nelle sue prime giornate ospiti d’eccezione come Emily Apter e Jean-Luc Nancy protagonisti delle lectiones magistrales in apertura del Festival a Bari. Il Festival delle donne e dei saperi di genere di Bari, giunto quest’anno alla sua VIII edizione intitolata “Nel segno delle intersezioni”, vanta oggi di aver ospitato nelle giornate 22/23 marzo la costituzione della Rete GIFTS – Rete di studi di Genere, Intersex, Femministi, Transfemministi e sulla Sessualità composta da oltre duecento ricercatrici e ricercatori, indipendenti, universitari/e, e/o afferenti a centri di ricerca formali e informali, dipartimenti, corsi di laurea o di specializzazione, dottorati, master, associazioni, riviste, librerie, case editrici indipendenti, collettivi, laboratori, gruppi di autoformazione, festival.

Il processo di costituzione della Rete ha preso avvio all’Università di Verona, il 28 e 29 giugno 2018, in occasione del Congresso “Studiare il genere e la sessualità nell’università italiana. Genealogie, sfide, prospettive”, nel quale numerose/i studiose/i da tutta Italia si sono confrontate/i sulla presenza dei loro saperi nella ricerca e nella didattica universitarie e sulla ricezione di tali saperi nella sfera pubblica, seguito da una seconda tappa che si è tenuta l’11 e 12 gennaio 2019 all’Università di Roma Tre.

Il 22 e 23 marzo 2019, presso l’Università di Bari Aldo Moro, nel corso del congresso “Studiare il genere e la sessualità nell’università italiana. Verso una rete nazionale”, tenutosi nell’ambito del Festival delle donne e dei saperi di genere, la Rete GIFTS ha affrontato due nodi problematici in una prospettiva nazionale e internazionale: da un lato gli attacchi agli studi di cui si occupa che provengono dalle campagne e dalle politiche “antigender”; dall’altro l’esclusione delle soggettività trans dall’accademia. Nel corso dell’incontro è stata approvata e resa pubblica la Dichiarazione costituente della Rete GIFTS, frutto di questo processo collettivo, nonché redatto il comunicato universitario nazionale sull’imminente WCF.

 

Oltre a conferenze, seminari e performance il Festival dimostra una spiccata attenzione per la ricerca e la sperimentazione in campo audiovisivo con un programma ricco e attento all’innovazione cinematografica.

In questo senso il sostegno della Fondazione Apulia Film Commision resta determinante nella programmazione audiovisiva del Festival. Il prossimo appuntamento sarà martedì 26 marzo, ore 16.30, in Mediateca regionale pugliese con un pomeriggio intitolato IL CORPO DELLE CITTÀ e la partecipazione di Simone Cangelosi (OUT-TAKES LGBTQ Audiovisual Archive e CESD – Centro Europeo Studi sulla Discriminazione); un’occasione per vedere: Trans X Istanbul, documentario di Maria Binder del 2014.

Il ciclo di proiezioni si chiude il 30 marzo, alle ore 18.00, nella sede MIXED lgbti Movimento Indipendente X Eguali Diritti, un’associazione con sede in via Abbrescia 13, che da quest’anno inaugura una fattiva collaborazione con il Festival, in cui sarà presente Eleonora Cirant (saggista e attivista #NonUnaDiMeno) per una serata dedicata a LA LOTTA PER L’AUTODETERMINAZIONE E I SUOI INNUMEREVOLI NEMICI con la proiezione, in anteprima regionale, di Aborto. Le nuove crociate: un documentario di Alexandra Jousset e Andrea Rawlins-Gaston, prodotto dalla rete televisiva franco-tedesca Arté, tradotto e distribuito gratuitamente da Non una di meno Milano.

Il Festival, manifestazione unica per tematiche e multidisciplinarietà, è un appuntamento annuale d’eccellenza che ospita personalità di prestigio della filosofia e della cultura internazionale. Anche quest’anno la manifestazione coinvolge molti luoghi della città di Bari a partire dall’Ex PalaPoste (Centro Polifunzionale UniBA), alla Mediateca Regionale Pugliese, dal Cineporto di Bari alla libreria Prinz Zaum e per la prima volta prevede una tappa anche nella sede di MIXED lgbti.

Questa ottava edizione del Festival delle Donne e dei Saperi di Genere è  NEL SEGNO DELLE INTERSEZIONI; il festival è organizzato dal DISUM Dipartimento di Studi Umanistici e dal CISCuG Centro Interdipartimentale di Studi sulla Cultura di Genere dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, con il sostegno della Regione Puglia, della Fondazione Apulia Film Commission e del Teatro Pubblico Pugliese; nonché con il patrocinio di Punti Cospicui e Alliance française di Bari. 

loading...