30 Novembre 2021

Bari, Bifest pronto a partire: svelati i vincitori dei premi per i film italiani, prenotazione obbligatoria per film e masterclass

Il festival del cinema barese si apre con l'inaugurazione del Kursaal Santalucia con l'omaggio di Tornatore a Ennio Morricone

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 22/09/2021 di Redazione

È tutto pronto per l’edizione 2021 del Bifest. Il festival del cinema barese sarà inaugurato sabato 24 settembre con un evento speciale: per la prima volta il teatro Kursaal Santalucia tornerà ad ospitare il pubblico dopo la riqualificazione. Sarà proiettato il film “Ennio” di Giuseppe Tornatore dedicato al maestro Ennio Morricone (ore 22.00).

A causa del dimezzamento dei posti disponibili a causa delle misure di sicurezza previste per contrastare il Covid, per poter assistere alle proiezioni nei quattro teatri baresi è sempre obbligatoria la proiezione, disponibile a partire dalle ore 9 del 18 settembre sul circuito Vivaticket.

Sarà necessario prenotarsi anche per assistere alle masterclass al teatro Petruzzelli: non sarà consentito alcun ingresso durante o dopo la proiezione; né prima o durante le masterclass.

Svelate le “sorprese” del Bifest

Il direttore artistico del festival, Felice Laudadio, ha illustrato quali saranno gli eventi che completeranno il programma. Il 27 settembre sarà il regista Roberto Faenza a tenere la sua masterclass al Petruzzelli dopo la proiezione (ore 9) del suo film “La verità sta in cielo”. In serata riceverà il “Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence” attribuito anche a Helen Mirren. L’attrice inglese, insieme al regista Paolo Virzì, terrà una masterclass il 29 settembre prima (ore 9) della proiezione del film “Ella e Jhon”. Omaggio anche alla regista barese Martina Di Tommaso, scomparsa prematuramente, con la proiezione del cortometraggio “Vicine” in programma alle 17 del 28 settembre al teatro Piccinni.

Il film “Hungry Hearts” di Saverio Costanzo sarà introdotto dal regista e dall’attrice protagonista Alba Rohrwacher mentre il film restaurato dalla Cineteca Nazionale “Il cammino della speranza” di Pietro Germi sarà introdotto dall’attore Saverio Vallone, figlio del protagonista del film Ralf Vallone.

I premi

La giuria dei critici cinematografici dell’ItaliaFilmFest ha attribuito i seguenti riconoscimenti ai cineasti dei film italiani usciti in sala o passati nei festival internazionale da giugno 2021:

Premio Mario Monicelli per il miglior regista: Mario Martone per “Qui rido io”;

Premio Franco Cristaldi per il miglio produttore: Indigo Film, Rai Cinema, Tornasol per “Qui rido io”;

Premio Anna Magnani per la miglior attrice protagonista: Teresa Saponangelo per “È stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino;

Premio Vittorio Gassman per il miglior attore protagonista: Toni Servillo per “Qui rido io” di Mario Martone, “È stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino e “Ariaferma” di Leonardo Di Costanzo;

Premio Aida Valli per la migliore attrice non protagonista: Margherita Bui per “Tre piani” di Nanni Moretti;

Premio Alberto Sordi per il miglior attore non protagonista: Gianfelice Imparato per “Qui rido io” di Mario Martone e “Il bambino nascosto” di Roberto Andò;

Premio Enni Morricone per il miglior compositore: Pasquale Scialò per le musiche di “Ariaferma” di Leonardo Di Costanzo;

Premio speciale della giuria dei critici per l’eccezionalità delll’impresa cinematografica: Marco Bellocchio per “Marx può aspettare”.