Direttora: ANNAMARIA FERRETTI Dir.: A.FERRETTI
29 Febbraio 2020

Istituto zoo profilattico di Foggia, 25 ricercatori assunti a tempo indeterminato

Michele Emiliano: 'Profili professionali fondamentali per i controlli ambientali'

Pubblicato in Cronaca il 21/01/2020 di Redazione

Venticinque contratti di assunzione a tempo determinato quinquennali di ricercatore e personale di supporto alla ricerca sono stati firmati nel pomeriggio di ieri all’Istituto zoo profilattico di Foggia.

"Finalmente nuove assunzioni di ricercatori e personale di supporto alla ricerca all'IZS di Puglia e Basilicata - ha dichiarato il governatore pugliese Michele Emiliano, che ha partecipato alla cerimonia -. Dopo circa due anni di intenso lavoro sui tavoli del Ministero della Salute, si è giunti finalmente all'introduzione della figura del ricercatore e del personale di supporto alla ricerca negli IIZZSS e IIRRCCSS italiani. E' un traguardo storico, che finalmente riconosce a questo personale, altamente strategico per il nostro sistema sanitario, uno specifico status giuridico. Da ora in poi si darà continuità lavorativa e diritti certi ai lavoratori precari impegnati da anni in questi istituti".

"Ci siamo affannati - ha proseguito Emiliano - insieme alla Regione Basilicata a trovare la modalità attraverso la quale dare un po' di sicurezza a queste persone, il cui ruolo è fondamentale non solo per i controlli nella filiera agroalimentare e in particolare zootecnica, ma più in generale per completare quei controlli ambientali per i quali la Regione Puglia ha costruito un'immagine in tutta Italia e in Europa: noi siamo unanimemente considerati una delle Regioni più attente alla ragioni della salute e dell'ambiente e questo anche grazie al know-how, alle capacità e alle professionalità delle persone che oggi finalmente stabilizziamo grazie al lavoro di tutti".

In attuazione della cd. legge sulla "piramide del ricercatore" (art. 1, commi 422 ss. della legge 205/2017), il contratto disciplina i due differenti profili del ricercatore e del personale addetto alla ricerca.

Con l'applicazione del CCNL i ricercatori del Servizio Sanitari Nazionale saranno assunti con un contratto a tempo determinato per la durata di cinque anni, prorogabili per ulteriori cinque. Al termine del secondo quinquennio è previsto l'ingresso nei ruoli del SSN.