Direttora: ANNAMARIA FERRETTI Dir.: A.FERRETTI
30 Marzo 2020

'Piantiamo il futuro', nuovi ulivi nel giardino dell'istituto 'Colasanto' di Andria

Nuovi alberi saranno piantati nella masseria San Vittore, che ospita la comunità di recupero e riabilitazione di detenuti "Senza Sbarre"

Pubblicato in Ambiente il 21/01/2020 di Redazione

Si terrà ad Andria venerdì 24 gennaio il terzo evento locale del progetto regionale promosso dal Sindacato pensionati della Cgil - Spi Puglia "Piantiamo il futuro - Dagli Anziani 1000 alberi per l'Ambiente".

L'iniziativa mira a sensibilizzare diverse generazioni nei confronti della tutela dell'ambiente, promuovendo occasioni di incontro con le scuole, gli studenti e i docenti volte ad approfondire i rischi che derivano dal cambiamento climatico in atto, a sviluppare la consapevolezza della cittadinanza, stimolando il contributo di ogni singola persona.

In tutta la provincia della Bat saranno 120 gli ulivi piantati al termine della campagna di messa a dimora di uno dei simboli della nostra regione, ma non solo.

La giornata del 24 gennaio si articolerà in due momenti: alle 9.00 saranno piantati gli ulivi nel giardino dell'istituto "Colasanto" poi seguirà un dibattito sui temi ambientali al quale parteciperanno Gaetano Tufariello vice prefetto vicario di Barletta Andria Trani, Cosimo Antonino Strazzeri Dirigente Scolastico "II.SS."G. Colasanto", Felice Pelagio, segretario generale Spi Cgil Bat, Bernardo Lodispoto Presidente Provincia Bat, Biagio D'Alberto segretario generale Cgil Bat, Antonio Tragno Forum Ambiente "Associazioni "Onda D'Urto", Sabino Zinni consigliere regionale. Le conclusioni saranno affidate al segretario generale dello Spi Cgil Puglia Gianni Forte.

Per le 11.30, invece, una numerosa delegazione di studenti, docenti, genitori e pensionati si trasferirà nella "Masseria San Vittore" che ospita la comunità di recupero e riabilitazione di detenuti "Senza Sbarre", affidata a Don Riccardo Agresti. Nella sala riunioni della struttura ci sarà un momento di saluto e saranno presentati e donati i prodotti da forno, frutto del lavoro dei detenuti. A seguire anche nei terreni della masseria saranno piantati venti ulivi simbolo dell'incontro tra lo Spi Cgil Puglia e la comunità.