Sabato, 6 Giugno 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Segnalazione alla centrale rischi: se manca preavviso a cliente e’ illegittima e banca deve risarcire

Il chiarimento del giudice

Pubblicato in I like Consumatori il 27/09/2014 da Confconsumatori Puglia
“È illegittima, se non è preceduta dalla comunicazione di preavviso, la segnalazione di sofferenza alla Centrale rischi della Banca d'Italia dell'impresa debitrice. Si tratta infatti di un comportamento contrario ai princìpi di buona fede e correttezza nel funzionamento del rapporto bancario, che può compromettere in modo grave e irreparabile il diritto alla libera iniziativa economica.” Per tutelarsi, il cittadino o l'impresa può rivolgersi al Tribunale e ottenere in via d'urgenza (usando il procedimento previsto dall'articolo 700 del Codice di procedura civile) la cancellazione della segnalazione di rischio.
Principio sancito dal Tribunale di Milano che, con l'ordinanza del 29 agosto 2014, ha accolto il ricorso promosso da una società contro una banca per la segnalazione a sofferenza nella Centrale rischi della Banca d'Italia in relazione a due contratti di leasing finanziario immobiliare stipulati nel 2007.
Il giudice ha chiarito che la preventiva comunicazione al debitore è obbligatoria, sia nel caso di segnalazione alla Centrale rischi della Banca d'Italia, sia nel caso di segnalazione nelle Centrali dei rischi private, e sia se il debitore è un consumatore, sia se si tratta di soggetto che agisce per scopi inerenti all'attività imprenditoriale o professionale.