Venerdì, 14 Maggio 2021 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Sul sequestro preventivo di un sito web per oscuramento

Il punto di vista di Confconsumatori Puglia

Pubblicato in I like Consumatori il 15/11/2014 da Confconsumatori Puglia
Le Sezioni Unite penali della Cassazione chiariranno se è possibile il sequestro preventivo, attraverso oscuramento, di un sito web. La Prima sezione penale della Cassazione ha infatti rinviato, con ordinanza 45053 del 29.10.14, la decisione sull'applicazione della misura cautelare. Si precisa che la Prima sezione si è espressa nell'ordinanza a favore del divieto di sequestro (oggi ormai pacifico per la stampa) anche al versante delle testate digitali e ai prodotti editoriali realizzati su supporto informatico.
Nella vicenda concreta, il Tribunale di Monza aveva concesso il sequestro affermando: «la disponibilità in rete della pagina oscurata avrebbe potuto concretamente aggravare le conseguenze dannose del reato». Contro la decisione è stato presentato ricorso in Cassazione. La Prima sezione ha manifestato il suo dissenso affermando che: “Non appare infatti convincente, argomenta l'ordinanza, la tesi della maggiore offensività del mezzo informatico. Si tratta di uno solo dei fattori che concorrono a determinare la portata lesiva della condotta diffamatoria; altrettanto importanti sono la effettiva capacità di diffusione del mezzo e la influenza dello stesso sulla pubblica opinione”. E a questo proposito i giudici esemplificano, sostenendo la maggiore forza diffamatoria della pubblicazione su un giornale popolare a elevata tiratura piuttosto che su una testata digitale con pochi utenti o accessi. Si afferma invece la necessità di considerare prevalente la protezione delle diverse forme di manifestazione del pensiero.
www.confconsumatoripuglia.it

loading...