Venerdì, 22 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Confconsumatori: 'Blocco delle pensioni illegittimo, le somme devono essere restituite tutte'

La rubrica di Confconsumatori Puglia

Pubblicato in I like Consumatori il 13/07/2015 da Confconsumatori Puglia
Con recente sentenza n.70/2015 della Corte Costituzionale è stata acclarata l’illegittimità della mancata perequazione del trattamento pensionistico relativa agli anni 2012 e 2013. Ciò potrebbe consentire ai pensionati, attraverso un’azione giudiziale, di rientrare in possesso delle somme ingiustamente non percepite. La Confconsumatori manifesta la propria disponibilità ad esaminare le pratiche dei pensionati, al fine di valutare la possibilità di agire giudizialmente, per il recupero delle somme non corrisposte, a causa del blocco della rivalutazione delle pensioni. Pertanto, la Confconsumatori ha attivato un gruppo di consulenti legali e previdenziali che procederà all’analisi, caso per caso, della sussistenza dei presupposti giuridici e contabili per l’avanzamento dell’eventuale ricorso. In proposito, si segnala che con decreto legge n.65 del 21 maggio 2015, il Consiglio dei Ministri ha stabilito che a partire dal primo agosto i pensionati ricevano, a titolo di “bonus”, un rimborso che varierà a seconda della pensione percepita. Per il biennio 2012-13 il provvedimento riconosce la rivalutazione del 40% per gli assegni tra 3 e 4 volte il minimo, del 20% per quelli tra 4 e 5 volte il minimo e del 10% per quelli tra 5 e 6 volte il minimo. Per il 2014-2015 sarà rimborsato il 20% di quanto previsto per il biennio precedente. Nessun rimborso competerà, invece, illegittimamente, ai titolari di assegni pensionistici superiori a 6 volte il minimo. Si tratta, in realtà, di una modalità di rimborso iniqua, perchè in violazione di quanto affermato dalla sentenza della Corte Costituzionale. Come sottolinea l’avv. Nuccia Lisi di Confconsumatori: “Il rimborso parziale, o addirittura nullo, previsto dal DL è illegittimo e pertanto sarà possibile agire per la restituzione integrale di quanto dovuto in forza ai diritti ormai acquisiti”.

www.confcomsumatoripuglia.it