Martedì, 16 Luglio 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Corte Costituzionale: il sindaco può limitare la diffusione delle sale giochi

Pubblicato in I like Consumatori il 08/08/2014 da Confconsumatori
Il Sindaco ha il potere di disciplinare gli orari delle sale giochi e degli esercizi nei quali siano installate apparecchiature per il gioco per esigenze di tutela della salute, della quiete pubblica, ovvero della circolazione stradale." Con la sentenza del 18 luglio 2014, n. 220, la Corte costituzionale ha risolto i dubbi sollevati dal TAR Piemonte - con riferimento agli artt. 32 e 118 Cost. – in ordine alla legittimità costituzionale dell’art. 50, comma 7, del d.lgs. n. 267 del 2000, che disciplina poteri normativi e provvedimentali attribuiti al sindaco, nella parte in cui non prevede che tali poteri possano essere esercitati con finalità di contrasto del fenomeno del gioco di azzardo patologico (g.a.p.). In particolare, i giudici piemontesi avevano individuato, nella capillare e illimitata disponibilità sul territorio delle apparecchiature per il gioco lecito, la causa della recente emersione di gravi forme di disagio sociale legate all’utilizzo di tali apparecchiature e, per conseguenza, denunciato il contrasto tra il bene tutelato e insufficienza delle norme di disciplina. La Corte ha risolto il problema, affermando il principio sopra descritto. www.confconsumatoripuglia.it

loading...