Lunedì, 16 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Equitalia non può disporre del fermo dell'auto se è un bene indispensabile per lavorare

La rubrica di Confconsumatori Puglia

Pubblicato in I like Consumatori il 03/06/2015 da Confconsumatori Puglia
È illegittimo il fermo amministrativo di un auto nell’ipotesi in cui rappresenti un bene strumentale indispensabile per lo svolgimento dell’attività del lavoratore dipendente. È quanto precisato dai giudici della Ctp di Milano con la sentenza 9202, depositata il 29 ottobre 2014 e pubblicata qualche giorno fa.
Nel caso esaminato, il contribuente (un lavoratore dipendente) per la strumentalità dell’autoveicolo di proprietà del ricorrente, utilizzato per recarsi quotidianamente presso il luogo di lavoro (che si trovava, infatti, a una distanza di circa 20 chilometri dalla propria residenza).
La commissione ha accolto il ricorso e annullato il fermo disposto da Equitalia. I giudici hanno innanzitutto premesso che il ricorrente prestava la propria attività in qualità di lavoratore dipendente presso una azienda situata a una certa distanza dal Comune di residenza. I giudici hanno anche evidenziato che, non avendo altri mezzi per recarsi al lavoro, l’autovettura oggetto del fermo dovesse essere considerata a tutti gli effetti un bene strumentale, indispensabile per lo svolgimento dell’attività lavorativa.
Pertanto, nel caso in cui il bene oggetto di fermo amministrativo (che è un provvedimento analogo al pignoramento mobiliare) debba ritenersi «necessario al processo lavorativo» e qualora non sussistano beni analoghi tali da consentire al debitore di svolgere normalmente la propria attività lavorativa, il bene non può essere sottoposto a fermo amministrativo.

loading...