Sabato, 23 Febbraio 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Se 'passa' la norma che consente alle banche di acquisire direttamente la casa del mutuatario inadempiente, 'passa' un'ingiustizia

Il pensiero dell'avv. Antonio Pinto: 'Se passa inizieremo a raccogliere le firme per un referendum abrogativo'

Pubblicato in Visti da voi il 03/03/2016 da Antonio Pinto

In caso di mancato rimborso di sette rate del mutuo, anche non consecutive, la Banca potrà “saltare” il passaggio del procedimento esecutivo, e senza andare dal Giudice, potrà immediatamente acquisire e/o mettere in vendita la casa. Questo prevede il testo di una norma che il Ministro delle Riforme Boschi ha presentato il 1 marzo al parere della Commissione Finanze, presieduta dal pugliese Pelillo.

E’ da 2000 anni, che si è sempre vietata questa possibilità per chi presta denaro. I giuristi romani introdussero il divieto di patto commissorio: dicevano che occorre tutelare il debitore bisognoso di danaro, il quale potrebbe esser pregiudicato sia dalla forza contrattuale di chi ha il denaro, sia dalla possibile sproporzione tra l'ammontare del debito e il valore del bene.

Ah, dimenticavo: il testo di legge non pone limiti al prezzo a cui la banca può proporre la vendita, rischiando così che venga svenduta pur di soddisfare il credito. Tanto, dopo sei mesi, la banca, sempre per questo testo di legge, può agire contro il debitore per recuperare la differenza!

Parlamentari, partiti, politici pugliesi tutti, ci ricorderemo di quelli che si opporranno e di quelli che non lo faranno. E poi inizieremo a raccogliere le firme per il referendum abrogativo!



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet