Martedì, 28 Gennaio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Cosa succede? WhatsApp?

Cosa succede all'amore e ai nostri nervi

Pubblicato in Sviluppo il 15/03/2014 da Domenico Bellomo
WhatsApp ha cambiato completamente il nostro modo di vivere le relazioni amorose.
Dunque WhatsApp è un neologismo inglese, un misto tra " what is happening " ( che si abbrevia nel parlato quotidiano in what's up ) e " what is application " ( che si abbrevia in whatsapp appunto ). Non è una chat. Non è un sistema di messaggistica. E' un'applicazione che si usa per parlare e capire cosa succede. Soprattutto cosa succede all'amore ed ai nostri nervi.
► La funzione " visualizzato " è una vera mazzata che - dopo lo stordimento iniziale - ha provocato crisi in mezzo mondo. Se ha visualizzato perché non risponde? Quante volte vi siete posti/e questa domanda? Quante ore con il telefono in mano a aspettare e interrogarvi su quando arriverà una risposta? Finché non ha " visualizzato " va tutto bene, siete tranquilli/e e tirate un sospiro di sollievo perché motivate il suo silenzio, aveteo una certezza. Dopo sprofondate letteralmente nel panico, contando le ore, i minuti e i secondi che vi separano dall’ultima volta che è stato/a online, vedete che è tornato/a online, che è tornato/a di nuovo, ancora e ancora senza aver risposto. Inizia la caduta in uno stato di disperazione-mancanza di autostima-insulti senza più ritorno.
► Se è online e non mi risponde con chi sta parlando? Vedere il suo status che si trasforma in online vi dà sempre una sensazione di piacere, almeno per i primi minuti: è come vederlo/a arrivare da dietro un angolo della piazza e quindi " ora mi risponde, si si mi sta rispondendo ". Quando poi vi rendete conto che è online ma che non vi sta rispondendo inizia la crisi di nervi. Con chi starà parlando? E cosa avranno mai da dirsi visto che è mezz’ora che sta scrivendo? Sarebbe comodo poter sapere con chi sta parlando, ma sarebbe anche probabilmente la vera causa della terza guerra mondiale.
► Cancellare e digitare, cancellare e digitare: sono le due del mattino, il giorno dopo dovete svegliarvi per andare a lavorare ma lui/lei vi risponde su WhatsApp, così voi replicate immediatamente, dimenticandovi le ore e ore di attesa che vi ha inflitto. Avete gli occhi a forma di cuoricino, scrivete un messaggio smielato di tre righe, che su WhatsApp sono un parto gemellare, rischiando anche una carie per eccesso di dolcezza. Lui/lei sta per rispondere digitando da circa quindici minuti, è lentissimo/a e i vostri occhi a cuoricino si stanno chiudendo, ma volete sapere che cosa vuole dirvi: come risponderà ? Dopo circa mezz’ora, quando voi sarete già svenuti/e dal sonno, verrete svegliati dal suono del vostro telefono e sullo schermo comparirà un misero " buonanotte " senza neanche una faccina tenera. Ma vaffanculovai...
► In amore vince chi è online su WhatsApp ma non risponde: si lo so, una volta era " in amore vince chi fugge " ma oggi l’attesa si consuma online, aspettando una risposta che arriverà dopo molte ore o addirittura mai. L’imbarazzo è poi incontrarsi nella vita vera e sentirsi raccontare scuse tipo " ma veramente mi hai scritto? non ho visto " oppure " mi si è rotto lo schermo del telefono ma ora l’ho fatto riparare dai cinesi " oppure " ero in bagno ". Vorreste spaccare qualcosa ma sorridete con lo sguardo ebete.
Resisterà l'amore ad una delle più terrificanti invenzioni del nostro tempo, dei social network e della comunicazione digitale? A WhatsApp l'ardua sentenza.
:-D :-D :-D