Martedì, 26 Maggio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Agevolazioni in favore delle piccole e micro imprese localizzate nelle Zone Franche Urbane

Le agevolazioni sono concesse nei limiti degli aiuti “de minimis”

Pubblicato in Sviluppo il 09/05/2014 da Laura Maria Pia Tota
Con Decreto direttoriale del 18 aprile 2014 è stato adottato il bando per l’attuazione dell’intervento in favore delle micro e piccole imprese localizzate nelle “Zone Franche Urbane” della Regione Puglia di cui al Decreto interministeriale del 10 aprile 2013 come modificato dal Decreto interministeriale del 21 gennaio 2014.
Per tale intervento sono disponibili circa 60 milioni di euro: esso prevede la concessione di agevolazioni, sotto forma di esenzioni fiscali e contributive, in favore di imprese di micro e piccola dimensione localizzate nelle Zone Franche Urbane dell’Obiettivo Convergenza nelle zone Franche Urbane di Andria, Barletta, Foggia, Lecce, Lucera,Manduria, Manfredonia, Molfetta, San Severo, Santeramo in Colle e Taranto.
Le agevolazioni sono concesse nei limiti degli aiuti “de minimis”, per cui, ciascun soggetto può beneficiare delle agevolazioni previste dal Decreto sino al limite massimo di 200.000,00 euro, ovvero di 100.000,00 euro nel caso di imprese attive nel settore del trasporto su strada.
Possono beneficiare della agevolazioni in parola le imprese di micro e piccola dimensione, già costituite e regolarmente iscritte nel Registro delle imprese alla data di presentazione dell'istanza. (Per alcuni comuni sono in parte ammesse anche le imprese di nuova o recente costituzione, imprese femminili o sociali).
Le imprese devono trovarsi nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e non essere in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali.
Si definiscono "microimprese" le imprese che hanno meno di 10 occupati e un fatturato, o un totale di bilancio annuo, inferiore ai 2 milioni di euro; mentre si definiscono "piccole imprese" le imprese che hanno meno di 50 occupati e un fatturato annuo, o un totale di bilancio annuo, non superiore a 10 milioni di euro.
Possono accedere alle agevolazioni anche gli studi professionali e, più in generale, i professionisti purché svolgano la propria attività in forma di impresa e siano iscritti, alla data di presentazione dell'istanza di agevolazione, al Registro delle imprese.
Le imprese ammissibili alle agevolazioni devono svolgere la propria attività all'interno del territorio della ZFU, disponendo, alla data di presentazione dell'istanza, di un ufficio o locale destinato all'attività, anche amministrativa, ubicato all'interno del territorio.
Le imprese che accedono a tale bando possono beneficiare delle seguenti agevolazioni:
• a) Esenzione dalle imposte sui redditi (Irpef): Il reddito derivante dallo svolgimento dell'attività svolta dall'impresa all'interno del territorio della ZFU, fino alla concorrenza di 100 mila euro per ciascun periodo di imposta, è esente dalle imposte sui redditi, a decorrere dal periodo di imposta di accoglimento della istanza di agevolazione, nei limiti delle seguenti percentuali: 100% per i primi cinque periodi di imposta; 60% per i periodi di imposta dal sesto al decimo; 40% per i periodi di imposta undicesimo e dodicesimo; 20% per i periodi di imposta tredicesimo e quattordicesimo;
• b) Esenzione dall'imposta regionale sulle attività produttive (Irap) Per ciascuno dei primi cinque periodi di imposta decorrenti da quello di accoglimento dell'istanza di agevolazione, dall'imposta regionale sulle attività produttive è esentato il valore della produzione netta nel limite di euro 300mila.
• c) Esenzione dall'imposta municipale propria Per gli immobili situati nel territorio della ZFU, posseduti e utilizzati per l'esercizio dell'attività d'impresa, è riconosciuta l'esenzione dall'imposta municipale propria per i primi quattro anni a decorrere dal periodo di imposta di accoglimento dell' istanza.
• d) Esonero dal versamento dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente, relativamente ai soli contratti a tempo indeterminato, ovvero a tempo determinato di durata non inferiore a 12 mesi, e a condizione che almeno il 30 per cento degli occupati risieda nel Sistema Locale del Lavoro in cui ricade la ZFU, è riconosciuto, l'esonero dal versamento dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente, nelle seguenti percentuali: 100% per i primi cinque anni; 60% per gli anni dal sesto al decimo; 40% per gli anni undicesimo e dodicesimo; 20% per gli anni tredicesimo e quattordicesimo.
Le domande di accesso alle agevolazioni potranno essere presentate dalle ore 12:00 del 24 aprile 2014 e fino alle ore 12:00 del 12 giugno 2014, esclusivamente tramite una procedura telematica accessibile nella sezione “ZFU Convergenza e Carbonia Iglesias” del sito del Ministero dello Sviluppo Economico (www.mise.gov.it).