Giovedì, 14 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Vie Francigene, uno straordinario cammino di bellezza

il racconto di orizzonti mozzafiato

Pubblicato in Luoghi il 06/02/2014 da Federico Massimo Ceschin
Se è vero che anche il più lungo cammino inizia con un passo, il lettore farà presto ad affezionarsi al percorso di ILIKEPUGLIA fin dalle sue prime edizioni. Un percorso regionale con lo sguardo nazionale ed europeo, direi globale, che lo rende simile ad un altro tragitto di straordinario fascino, un grande itinerario culturale promosso dal Consiglio d'Europa: le Vie Francigene.
Straordinarie vie di bellezza che muovono i propri passi da Canterbury fino a Roma - attraversando l'Europa - per poi volgere lo sguardo in direzione di Gerusalemme attraverso i porti della Puglia.
Vie verdi e tratturi per viandanti e pellegrini fin da prima dell'anno Mille, che diventano pretesto narrativo per escursionisti e viaggiatori interessati a riscoprire ambienti incontaminati e città d'arte, ad attraversare lentamente i territori per lasciarsi avvolgere dall'inusitato, a farsi sorprendere dai paesaggi, a ritrovare il tempo per coltivare la perduta arte di ascoltare, incontrando genti e persone nuove, abbandonandosi al piacere del convivio.
Sì perché un cammino è fatto di pietre levigate, ciottoli e linee d’erba, salite e discese, colori e profumi, ma soprattutto di esperienze profonde, persone e incontri: rallentando la propria vita, si ritrova la bellezza e lo spirito dei luoghi.
Chi s’incammina lungo le Vie Francigene di Puglia, trova 400 km di percorsi circondati da 800 km di coste. Un lento alternarsi di orizzonti mozzafiato: dalla dimensione dolce dei borghi appenninici alla ruralità profonda delle masserie, per poi trovarsi immersi nel Mediterraneo blu cobalto, straordinario crocevia di culture.
Grandi santuari e piccole cappelle rupestri, dal bizantino al barocco fino all’arte popolare, segni graffianti di una terra ampia e plurale, in cui la devozione autentica delle comunità locali si traduce in straordinarie Feste Patronali e inenarrabili riti della Passione.
Ecco dunque che oggi le Vie Francigene smettono di essere una memoria storica riservata agli studiosi per divenire strumento per valorizzare gli immensi patrimoni materiali e immateriali di Puglia: paesaggio, tradizione, arte, architettura, artigianato e produzioni agricole di eccellenza si fanno oggi circuito per viaggiatori, viandanti e pellegrini, incastonandosi in un’offerta turistica senza paragoni.
E' proprio vero,anche il più lungo cammino inizia con un passo...