Lunedì, 26 Giugno 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Puglia, ecco il Piano strategico del Turismo: 36 milioni di euro stanziati per i prossimi tre anni (VIDEO)

Per la prima volta in Italia una regione sviluppa un piano turistico parallelo a quello costruito su scala nazionale

Pubblicato in Turismo il 17/02/2017 da Giuseppe Bellino

Prende il via il Piano Strategico del Turismo pugliese. Per la prima volta in Italia una regione sviluppa un piano turistico parallelo a quello costruito su scala nazionale.

L’obiettivo primario del piano sarà quello di far crescere la competitività della destinazione Puglia in Italia e all’estero, aumentando i flussi di turisti internazionali. In questo modo si potrà finalmente dare una spinta positiva alla destagionalizzazione, potenziando l’innovazione organizzativa e tecnologica del settore, con l’intento di aiutare così i territori pugliesi ad organizzarsi per un turismo che duri tutto l’anno.  Le priorità d’intervento sono: prodotto, formazione, accoglienza, promozione, legate dal filo dell’innovazione e saldamente poggiate su un sistema di infrastrutture e collegamenti interconnessi più veloci e che arrivino nel cuore delle Città e dei Territori.

 “La Puglia è una la prima regione italiana ad avere il suo piano strategico del turismo in osservanza alla legge nazionale – ha commentato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano - questo significa che una delle regioni più belle d’Italia da oggi è in campo non solo con il suo istinto, la sua passione e la sua capacità di rischiare e di fare impresa ma è in campo connettendo le istituzioni e gli operatori turistici. Questa è un’unica squadra che combatte per l’Italia e per se stessa per portare lavoro, identità e soprattutto per favorire l’economia complessiva della Puglia perché il turismo è un settore che ha la capacità di far crescere tutti gli altri così come quello estero è un settore che aumenta la ricchezza effettiva di una regione”.

La Regione Puglia ha stanziato 36 milioni di euro per i prossimi tre anni, mentre per il 2017 è già esecutiva la delibera per dodici milioni di euro. “Altre risorse – aggiunge l’assessora all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone -  saranno negoziate con gli assessorati allo Sviluppo Economico, alle Infrastrutture e Trasporti e alla Formazione per progetti comuni che riguardano lo sviluppo del turismo. Perché il turismo possa incidere effettivamente sulla crescita economica e sociale dobbiamo fare un grande lavoro”.

“Le azioni concrete riguardano – ha aggiunto la Capone - insieme alla promozione, soprattutto l'accoglienza perché il turismo può essere un vero traino per il lavoro e la nostra attività deve puntare a realizzare sempre di più una occupazione non solo professionale ma anche stabile. In questo senso abbiamo già sperimentato proprio per l'autunno e l'inverno, un sostegno concreto all'attività dei comuni con il progetto  in Puglia 365,  allungando la stagione e consentendo un aumento notevole dei flussi turistici su itinerari e prodotti  definiti”.

Il Piano è stato creato applicando la legge sulla partecipazione prevista dal programma regionale 2014-2020: 18 incontri si sono svolti nelle città pugliesi ed hanno visto la partecipazione di 1252 cittadini e addetti ai lavori e più di duemila utenti attivi in streaming.  Il processo di consultazione sarà rinnovato almeno semestralmente, per comprovare la bontà delle azioni in corso.

 “Dopo un 2016 che è stato una base molto forte sia di lavoro interno che di consenso da parte dei turisti – ha concluso il commissario straordinario di Pugliapromozione, Paolo Verri -  ci aspettiamo un 2017  ancora più luminoso perché non è più un anno di strategie ma un anno di azioni concrete e non solo a breve raggio di azione, ogni tre/sei mesi, ma con uno sguardo a trentasei mesi”.



loading...