Martedì, 22 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Il mondo e l’Italia presenti sempre più in forze a Bit 2019: 'Valorizzare in chiave business il viaggio come esperienza'

Un mondo che si ritroverà a Milano, a fieramilanocity dal 10 al 12 febbraio, per una tre-giorni che è tornata a essere riferimento per l’industria turistica italiana e internazionale

Pubblicato in Turismo il 10/12/2018 da Redazione

Happyness is a journey, recita non a caso il claim di Bit 2019: la felicità è un viaggio che non finisce mai, perché ha tutto il mondo da esplorare. Un mondo che si ritroverà a Milano, a fieramilanocity dal 10 al 12 febbraio, per una tre-giorni che è tornata a essere riferimento per l’industria turistica italiana e internazionale grazie al riposizionamento di Bit basato su un concept espositivo in continua evoluzione che mette al centro la gestione professionale del prodotto-viaggio come esperienza e momento lifestyle.

Una formula che suscita crescente interesse da parte dei più rilevanti player italiani e internazionali.

Di grande rilievo il ritorno all’interno di Bit – Borsa Internazionale del Turismo di destinazioni europee di prestigio come la Germania. Tra espositori consolidati, new entry e ritorni sono rappresentati tutti i cinque continenti: Paesi vicini come Albania, Bosnia ed Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Germania, Grecia, Polonia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Russia, Slovenia, Spagna, Svizzera dall’Europa, oltre all’area mediterranea e il Medio Oriente con Palestina, Cipro, Marocco, Tunisia; ma anche destinazioni di lungo raggio tra le quali, dall’Africa, Etiopia, Madagascar, Namibia, Seychelles, Uganda, dall’Asia; India, Indonesia, Mongolia, Sri Lanka, Thailandia; o dalle Americhe Cuba, Guatemala, Paraguay, Repubblica Dominicana e Stati Uniti.

 

Bit 2019 si conferma inoltre il più importante marketplace per la promozione del prodotto Italia nel mondo con la presenza di pressoché tutte le Regioni, in particolare: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto. Dall’Italia presenti anche consorzi, autorità del turismo e convention bureau da numerose località come Agrigento, Cittadella, La Maddalena, Lago di Como, Riva del Garda, Termoli, Volterra-Valdicecina-Valdera, Costa Rossa Sardegna, Consorzio Regionale Città d’Arte del Veneto. 

 

Ma è tutto il concept di Bit che, grazie alla forte focalizzazione sull’esperienzialità, offre continue opportunità di aggiornamento e condivisione di conoscenza. A Bit 2019 si rafforzano, infatti, le aree già apprezzate durante le scorse edizioni. A Bit of Taste, dedicata al turismo enogastronomico, tra le motivazioni principali che spingono il viaggiatore a visitare nuove o rinomate destinazioni; I Love Wedding, pensata per le professionalità che si muovono intorno al mondo specifico e diffuso del Destination Wedding; Bit4Job, l’area dedicata al recruiting per il settore turistico, un’occasione unica per chi vuole lavorare e migliorare il proprio business; BeTech, focalizzata sul digitale, le tecnologia e i servizi di business & networking, con particolare attenzione alle start-up innovative; non meno importante il MICE Village, spazio per il mondo degli organizzatori di eventi, convegni, meeting, incentive, centri congressi, location per eventi e hotel con sale convegni, che incontreranno qui i buyer specializzati

Spazio anche alla formazione e alla condivisione delle tematiche più interessanti, dall’enogastronomia al destination marketing al digitale, attraverso un ricchissimo panel di convegni che prevede almeno 70 incontri formativi e informativi durante i giorni di manifestazione, con una particolare attenzione alle diverse declinazioni del viaggio e delle sue motivazioni. Bit 2019 cresce quindi anche come momento di confronto a 360 gradi dove conoscere in anteprima i trend del turismo di domani.