Mercoledì, 23 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Oltre 2000 spettatori per 'Tu non conosci il Sud'

Nei primi due giorni di rassegna grande entusiasmo ed interesse

Pubblicato in Sviluppo Cultura e Spettacoli il 28/11/2014 da Redazione
Grande successo, a Bari, per la rassegna culturale “Tu non conosci il Sud”, una produzione dell’associazione Veluvre – Visioni Culturali, a cura del giornalista Oscar Iarussi. La manifestazione è sponsorizzata da UniCredit e si avvale dei patrocini dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” e di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, e si svolge in collaborazione con la Libreria Laterza e la Fondazione con Il Sud.
Nella due giorni sono stati oltre duemila gli spettatori che hanno partecipato agli incontri, al vernissage della mostra e allo spettacolo di Rocco Papaleo che ha fatto registrare il sold out. “Tu non conosci il Sud” intanto continua sino al 4 dicembre con la mostra fotografica “Il Sud e le donne” di Ferdinando Scianna, nel foyer del Teatro Petruzzelli.
Un successo che si è realizzato sin dall’apertura della manifestazione con l’interesse per l’incontro dal tema economico “Sud senza fondi o senza fondo. Gli equivoci dell’intervento straordinario” con le riflessioni di Salvatore Adduce, sindaco di Matera e presidente del Comitato Matera 2019, Carlo Borgomeo, presidente di Fondazione con Il Sud, Gianfranco Viesti, economista, e l’editore Alessandro Laterza, presidente Consiglio di Territorio Sud di UniCredit.
Un calorosissimo abbraccio da parte del pubblico ha accolto l’inaugurazione della mostra “Il Sud e le donne” di Ferdinando Scianna. Il maestro è intervenuto insieme a Oscar Iarussi e al sindaco di Bari, Antonio Decaro, per salutare e ringraziare gli organizzatori e i tantissimi presenti. La serata inaugurale di “Tu non conosci il Sud” si è conclusa con l’emozionate lettura di “Pagine del Sud” dell’attore e regista Sergio Rubini.
Ieri, un’altra intensa giornata con una serie di incontri cominciata al mattino nell’ex Palaposte dell’Università di Bari con due affollatissimi incontri, seguiti in principal modo dai giovani studenti di alcuni istituti superiori baresi: il primo, con il produttore cinematografico Gianluca Arcopinto e i giovani cineasti napoletani del Laboratorio Mina che hanno raccontato della loro esperienza nel quartiere Scampia, in cui hanno dato vita a una scuola audiovisiva (“Il Sud oltre Gomorra”). E dopo, Sergio Rubini ha dialogato con Iarussi sulle immagini del Mezzogiorno, ed in particolare della Puglia, affiorate alla ribalta in questi ultimi anni, fra crimine e folclore (“Il Sud oltre la pizzica”), insieme all’attore partenopeo Francesco Di Leva. Nel pomeriggio, l’ex PalaPoste ha ospitato l’intenso incontro con lo scrittore Roberto Cotroneo (“Volver al Sud”). Cotroneo ha concepito e interpretato per la prima volta il testo inedito “Volver al Sud” in esclusiva per “Tu non conosci il Sud”.
La ricca giornata ha avuto il suo culmine nella sala auditorium di Showville con lo spettacolo di Rocco Papaleo. Il popolare attore, regista e musicista ha coinvolto il pubblico nelle sue “riflessioni spettacolari” intitolate con la consueta ironia: “Tu lo conosci il Sud, ma parliamone”, accompagnato dai musicisti della sua band, Arturo Valiante, Francesco Accardo, Gerry Accardo, Guerino Rondolone, e a sopresa dalla cantautrice pugliese Erica Mou e dal “cantaristoratore” Sardella.
Nella due giorni, nella libreria Laterza sono stati proiettati i video di “Una storia con il Sud”, il contest promosso da Fondazione con il Sud.
Ecco le dichiarazioni degli organizzatori.
Oscar Iarussi (giornalista, curatore di “Tu non conosci il Sud”): “Il successo di pubblico e di stampa di “Tu non conosci il Sud” conferma la necessità di cominciare a raccontare il Sud di là dagli stereotipi consolidati, ovvero nel tentativo di sottrarlo all’ “invisibilità” nel dibattito pubblico. Tu non conosci il Sud è concepito con una pluralità di linguaggi, discipline, apporti artistici e di pensiero. Perciò il ringraziamento va in primis ai prestigiosi protagonisti che sono stati con noi a Bari in questi giorni, allo sponsor UniCredit, e a tutti coloro che hanno collaborato alla riuscita della manifestazione”.
Alessandro Laterza (amm. Delegato Laterza, presidente Consiglio di Territorio Sud di UniCredit): “La cultura anticipa, interpreta, promuove i grandi cambiamenti. "Tu non conosci il Sud" ha imposto in diverse forme e linguaggi l'urgenza di vedere il Mezzogiorno spezzando la plastificazione dell'icona criminale o dell'oleografia turistica e folclorica. Non per occultare le criticità o dimenticare le risorse di bellezza: ma per affermare l'esigenza di un grande cambiamento che, nel totale naufragio della politica, passa innanzi tutto attraverso l'orgoglio e il disincanto di chi abita il Sud”.
Felice Delle Femine (Regional Manager Territorio Sud di UniCredit): “Già quando mi proposero il progetto “Tu non conosci il Su” ero convinto che l’iniziativa avrebbe toccato il cuore del Sud. In questi giorni ho avuto la prova e la conferma che l’intervento di UniCredit ha sposato e condiviso un’idea di Sud di là dagli stereotipi che occorre continuare a perseguire e sostenere”.
Anna Pellegrino (presidenta dell’associazione culturale Veluvre – Visioni Culturali): “Il grande interesse del pubblico a tutti gli appuntamenti di Tu non conosci il Sud realizza in pieno il tentativo di dare vita a una iniziativa fondata sull’idea di una cittadinanza culturale. I consensi, i sorrisi, le riflessioni dei tantissimi che hanno partecipato a Tu non conosci il Sud, dai protagonisti agli spettatori, ne sono la prova, e per questo, non possiamo che essere felicissimi” per il successo di Tu non conosci il Sud”.