Venerdì, 15 Dicembre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

#unpaesepergiovani, molto di più che una bella idea di futuro (FOTOGALLERY)

L'acceleratore d'impresa della Banca Popolare di Bari ha catalizzato l'attenzione di tantissimi giovani che hanno affollato gli eventi formativi, di testimonianza e di incontro nel pad. 137 della Fiera del Levante

Pubblicato in Sviluppo Lavoro Istruzione il 18/09/2017 da Redazione

Cultura e Innovazione. È il binomio che ha caratterizzato le attività del padiglione “È un paese per giovani” voluto dalla Banca Popolare di Bari in occasione dell’81esima edizione della Fiera del Levante, per far conoscere un progetto che da maggio scorso propone il primo acceleratore d’impresa del Mezzogiorno. L'obiettivo di "E' un paese per giovani" è quello di sostenere giovani talenti e Start-Up nel loro percorso di auto imprenditorialità, ed attribuire loro anche un premio in denaro. Durante la settimana fieristica il padiglione 137 ha ospitato studentesse e studenti arrivati da tutta la Puglia che hanno preso parte agli Open Space Lab formativi organizzati al mattino da AuLab e ai Dialoghi e agli Incontri curati da @Ilikepuglia.it con la partecipazione di  Annamaria Ferretti e Antonio Stornaiolo. Appuntamenti fissi anche quelli con il Virtual Reality Experiencing e con i ritratti dell'artista Kyoucat.

Grande rilievo è stato riservato alle Start-Up pugliesi, o ideate da pugliesi, che hanno testimoniato la loro esperienza raccogliendo consensi e grande entusiasmo. Esempi straordinari. Il ciclo di incontri è stato aperto da  Avanzi Popolo 2.0, progetto di innovazione sociale nato con l’obiettivo di attivare azioni contro lo spreco di cibo. Con loro, anche il foddj-eat-teartainer Nick Difino che è stato il protagonista di un Action Cooking durante il quale ha mostrato al pubblico presente alcune ricette da mettere in pratica utilizzando esclusivamente scarti alimentari. “La cosa principale – ha spiegato Difino – è non far andare a male il cibo, quindi evitare gli eccessi. Basta comprare soltanto ciò che serve, magari utilizzando la lista della spesa, senza cedere ai famosi “2x3”. Il frigo pieno non è il simbolo del benessere, ma soltanto quello della decadenza”.

Spazio anche al mondo dello spettacolo con Fabio Canino, conduttore di "Miracolo Italiano" su Rai Radio 2 e autore del libro ‘Rainbow Republic’, che ha raccontato la sua esperienza posando l’accento sull’importanza di realizzare le idee e le intuizioni che arrivano durante il corso della vita. Mentre Massimo Cerofolini, ideatore di ‘Eta Beta’, una delle trasmissioni di punta dell’emittente radiofonica Rai Radio 1 dedicata al mondo dell'innovazione ha detto: “Un’idea non è soltanto quella realizzata dalle Start-Up, ma è ciò che tutti noi abbiamo nel nostro cuore. Dopo sei anni di trasmissione e più di mille puntate - ha detto Cerofolini - posso dire una cosa: l’Italia è piena di giovani che esprimono le loro idee e realizzano i propri sogni. In molti casi l’aspetto positivo di questa generazione emergente non viene raccontato in tutta la sua completezza”.

Grande partecipazione di pubblico anche per la scrittrice siciliana Catena Fiorello, che durante il suo incontro ha lanciato un appello alle nuove generazioni: “I giovani non devono perdere una qualità fondamentale ed essenziale: la tenacia. Credo sia l’elemento essenziale per andare avanti, soprattutto nei momenti in cui tutto sembra andare per il verso sbagliato”. L'occasione di avere ospite Catena Fiorello, ha fornito all'organizzazione di “È un paese per giovani” lo spunto per fare ai presenti un regalo che hanno gradito moltissimo: le copie dell'ultimo libro della scrittrice siciliana, ‘Picciridda’. Bellissima l'atmosfera che si è creata per tutta la durata del firma copie.  

Ed ancora, tra gli ospiti anche Daniela Ventrelli, archeologa barese trapiantata a Parigi, e Elisa Barucchieri, fondatrice e direttrice artistica di ResExtensa. Con loro è stato importante affrontare il tema della Cultura e dello sviluppo di progetti culturali.

Tornando ai protagonisti dei progetti innovativi inseriti nel cartellone di "E' un paese per giovani", importante è stato il loro contributo per suggerire il miglior percorso da seguire nella realizzazione di una idea che si ritiene vincente. Le esperienze raccontate nel pad. 137 sono state quelle di Oscar, l’alberello ricarica-smartphone; Pop-Hub che con ‘Expostmorderno’ è riuscita a rigenerare un vecchio cinema all’aperto nel quartiere Libertà di Bari; De Gustibus Vitae che costruisce eventi per dare valore a Bari ed ai suoi prodotti;  Bioinnotech, una bio raffineria che trasforma i rifiuti in risorse; Tou.Play che produce storie per vivere momenti di formazione e visite guidate in modo innovativo; Nutribees, una società che studia l’alimentazione dei clienti e consegna il cibo già pronto per essere consumato; Robot4children, la Start-Up pensata per assistere e aiutare i bimbi autistici utilizzando robot umanoidi; Perform Tech progetto del Politecnico e dell'Università degli Studi di Bari  che punta a garantire la sicurezza alimentare mediante l'impiego di tecnologie emergenti e l'elaborazione di prodotti funzionali; Never Give Up che si occupa di aiutare gli adolescenti a combattere i disturbi alimentari attraverso una piattaforma digitale; Diptera start up di ricerca e produzione di un mangime proteico innovativo.

Il dialogo conclusivo proposto da ‘È un paese per giovani’ ha avuto due grandi protagonisti: Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo che, prendendo spunto dalle singole esperienze personali e professionali e dalla indimenticabile avventura artistica condivisa come Toti e Tata, hanno parlato al numerosissimo pubblico presente della loro visione di futuro e dell'importanza di costruire in un Paese meraviglioso di cui Tutte e Tutti dovrebbero prendersi più cura. L'Italia.

"E' un paese per giovani" dopo l'esperienza fatta in occasione dell'edizione 2017 della Fiera del Levante proseguirà nel suo percorso di costruzione dell'acceleratore d'impresa firmato Banca Popolare di Bari. Per candidarsi a partecipare c'è ancora tempo. Per saperne di più basta andare sul sito: www.unpaesepergiovani.popolarebari.it o scrivere a unpaesepergiovani@popolarebari.it.




loading...