Giovedì, 22 Ottobre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Voler bene all'Italia', torna la festa dei piccoli comuni: a Giurdignano l'evento di punta in Puglia

L'iniziativa, promossa da Legambiente e Uncem, è in programma per domenica 2 giugno

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 31/05/2019 da Redazione

Valorizzare i Comuni con meno di 5mila abitanti, i tesori d’Italia sconosciuti ai più, spazi di accoglienza, integrazione, di sperimentazione di buone pratiche in tema di energia sostenibile e green economy. Favorire processi di innovazione sociale, per dare impulso al rilancio di questi luoghi. Questo si propone Voler bene all'Italia, la festa dei piccoli Comuni promossa da Legambiente e Uncem, che celebra l’Italia nascosta delle aree interne, promuovendone il patrimonio sociale, ambientale e di tradizioni.

 La manifestazione si terrà il 2 giugno, Festa della Repubblica. Centinaia di piazze lungo lo stivale accoglieranno visitatori e turisti, raccontando tradizioni ed eccellenze proprie, idee e progetti per il futuro che vanno incontro alla sostenibilità, per contrastare l’abbandono che segna questi territori. Sono in programma spettacoli, eventi enogastronomici, escursioni guidate, mostre fotografiche e mostre-mercato.

L’edizione pugliese la ospita quest’anno Giurdignano (Le), piccolo Comune di 1.950 abitanti, definito il giardino megalitico d’Europa per l’eccezionale presenza di Dolmen e Menhir situati tra ampie distese di olivi. Legambiente Puglia, insieme alla Pro Loco e al Club UNESCO, ribadirà l’importanza dei piccoli centri, necessari per il potenziale di sviluppo economico, ambientale e culturale del Paese. All’evento, promosso dal Comune di Giurdignano con il Patrocinio di Anci Puglia, parteciperanno Monica Gravante, sindaco di Giurdignano; Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia; Loredana Capone, assessore al Turismo della Regione Puglia; Stefano Minerva, presidente della Provincia di Lecce; Luigi Moscatello, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo di Uggiano La Chiesa, Giurdignano e Otranto; Ada Cancelli, poetessa e giornalista di Terre del Salento.

Oltre a Giurdignano, in Puglia Voler Bene all'Italia 2019 vede l’adesione di Rocchetta Sant' Antonio (Fg), Candela (Fg), Roseto Valfortore (Fg), Racale (Le) e Uggiano La Chiesa (Le).

 Nel 2018 i Comuni italiani al di sotto di 5mila abitanti sono 5.552, il 69,7% del territorio nazionale.

Borghi e aree interne offrono opportunità di crescita che delineano un possibile cambio di rotta verso un futuro sostenibile. Serve tuttavia invertire il trend negativo che li vede in balia dello spopolamento, soprattutto giovanile, in primis per lo stallo di fondi e risorse economiche adeguate. Serve incentivarne la tutela e la valorizzazione, per favorire la residenza e l’equilibrio demografico.

Per sollecitare il rilancio dei piccoli Comuni, il 2 giugno centinaia di Sindaci rivolgeranno un appello al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, chiedendo misure di sostegno per l’innovazione sociale e tecnologica, in attuazione della legge n. 158/2017. Legambiente invita i Comuni pugliesi ad unirsi all’appello, aderendo alla manifestazione che si terrà in Piazza Municipio a Giurdignano, alle ore 10.00, al cui termine seguiranno escursioni guidate lungo il percorso megalitico e della via Francigena, intrattenimenti musicali ai piedi dei megaliti e degustazioni di prodotti tipici a cura della Pro Loco e del Club UNESCO.

 “La rete dei piccoli Comuni è una risorsa per l’intero Paese – dichiara Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia -. Borghi e aree interne custodiscono la nostra identità, racchiudono un potenziale di sviluppo che si esprime tramite numerose aziende green e dell’agroalimentare, sono un modello di crescita che coniuga tradizione e innovazione, che promuove i valori dell’accoglienza e dell’integrazione. La legge salva borghi è un passo in avanti concreto per il recupero di questi territori, un risultato importante ottenuto dopo anni di battaglie. È necessario ora dargli piena attuazione, evitando che resti lettera morta”.