Mercoledì, 21 Agosto 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Realtà aumentata e un divano che si adatta al corpo umano: ecco la palestra dell'innovazione all'ITS Cuccovillo (VIDEO)

L'istituto barese ha inaugurato uno spazio formato da laboratori che avvicinano gli studenti ai progetti sviluppati nelle grandi aziende

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 30/05/2018 da Giuseppe Bellino

Ragazzi che discutono sui nuovi prototipi di intelligenza artificiale e sulla realtà aumentata durante la pausa, professori pronti ad ascoltare i pareri degli studenti tra i corridoi. E ancora lezioni frontali, laboratori, stage nelle aziende e corsi di aggiornamento per i docenti. Tutto questo è l’ITS “Cuccovillo” di Bari. Fondato nel 2009, l’istituto ha inaugurato la ‘Palestra dell’innovazione’: una grande aula, ricavata dalla vecchia sede dell’istituto Santarella, formata da piccoli laboratori in open space. Gli spazi dedicati agli studenti sono dinamici e possono adattarsi alle nuove tecnologie e ai bisogni delle aziende.

All’interno del laboratorio sono già attivi alcuni progetti che coinvolgono i ragazzi. La Masmec, azienda che produce soluzioni flessibili e avanzate per l’industria automotive, sta portando avanti un progetto che riguarda la progettazione 3D e la realtà aumentata. Questa nuova tecnologia è al centro anche di un altro progetto che riguarda il montaggio di porte e finestre ad elevata qualità: basterà scannerizzare un Tag con il tablet per visionare sullo schermo le istruzioni utili per il collegamento di accessori elettrici durante il montaggio delle finestre.

L’ITS Cuccovillo ha presentato quattro progetti nell’ambito del progetto Industria 4.0, ricevendo dei finanziamenti dal Ministero. Tra i progetti più ambiziosi c’è sicuramente lo sviluppo di un divano in grado di adattarsi al corpo umano: l’idea sarà sviluppata in collaborazione con la Natuzzi . In programma anche la creazione di uno scudo digitale per difendere i sistemi di trasporto ferroviari da intrusioni e attacchi informatici e un laboratorio di elettrotecnica e elettronica in collaborazione con la Fiat. Intanto la Omron, azienda giapponese attiva nel settore dei componenti per l’automazione industriale e nei prodotti elettromedicali, ha trasferito il suo laboratorio nelle aule dell’istituto barese.  

La palestra dell’innovazione è stata intitolata a Gabriele Zingaro, ex studente dell’istituto deceduto nello scontro tra treni avvenuto il 12 luglio 2016 tra Andria e Corato: “Gabriele era molto legato a questa struttura – spiega la presidente Lucia Scattarelli –. Tre giorni prima della sua scomparsa era seduto davanti alla mia scrivania e mi raccontava le sue aspirazioni e i suoi sogni. Dopo aver appreso la notizi, promisi a me stessa che avrei dedicato la palestra dell’innovazione alla sua memoria, e così è stato”.

L’ITS Cuccovillo continua a formare centinaia di studenti preparando così l’ingresso nei settori più innovativi dell’industria 4.0. La capacità di inserire i propri studenti sul mercato del lavoro ha portato nei giorni scorsi il ministero a riconoscere all’istituto il 2° posto nazionale nella classifica dei 93 ITS attivi in Italia.

 

 



loading...