Giovedì, 20 Febbraio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Puglia, Granoro tra le aziende eccellenti del 'Premio Industria Felix'

Il riconoscimento è dedicato alle imprese e agli imprenditori che ogni giorno si impegnano per accorciare le distanze tra aziende e territorio

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 20/05/2016 da Redazione

Il 21 Maggio ad Acaya in Salento si terrà il premio Felix dove verranno premiate le aziende che rappresentano le eccellenze pugliesi in seguito ad un’inchiesta del giornalista Michele Montemurro su 2500 società di capitali, con un fatturato superiore ai 3 milioni di euro e con sede legale in Puglia. Tra i patrocinanti Confindustria di Puglia, Politecnico di Bari, Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Università degli Studi di Foggia e del Salento. Il premio è dedicato ad imprenditori del Tavoliere e alle loro imprese e si propone di mettere in contatto aziende e territorio accorciandone le distanze, di favorire il dibattito economico-finanziario, di esaltare la capacità competitiva delle imprese anche attraverso una componente socio-culturale.

Il 21 Maggio Marina Mastromauro, AD della Granoro di Corato, riceverà dal Comitato Scientifico del Felix il premio “Menzione di Merito” all’Hotel Double Tree di Acaya. L’azienda nasce nel 1967 da un sogno del suo fondatore Attilio Mastromauro, che ogni giorno con perseveranza, inventiva e proattività ha portato avanti per tutta la vita i suoi valori “passione, qualità, innovazione” fino alla sua scomparsa un anno fa. La sua tenacia ha trasformato il sogno, in una importante realtà in Italia e all’Estero con un’ampia offerta di prodotti. Con lui in quest’avventura ci sono state sua moglie Chiara e le sue figlie Marina e Daniela, che proseguono questa tradizione. Il fil rouge è una storia famigliare, l’attaccamento al territorio, l’attenzione alle persone.

Il 24 maggio il Rotary Club di Trani conferirà a Marina Mastromauro il “Premio Professionalità”, per innovazione sia in campo tecnologico che nutraceutico, per la promozione di una sana alimentazione e della dieta mediterranea. Anche lei come suo padre, crede al miglioramento continuo del prodotto e dei processi, a non perdere mai di vista il valore di chi lavora con loro. L’azienda ha “un marchio di fabbrica” legato a Don Attilio, ben definito e riconoscibile, che segna la sua storia passata e che con Marina Mastromauro, con sua sorella Daniela, continua nel presente e si proietta nel futuro.