Domenica, 25 Giugno 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Fondazione Megamark, 100mila euro per il pranzo di Pasqua dei più bisognosi in cinque regioni del Mezzogiorno

A Bari la Fondazione ha contribuito all’organizzazione di un pranzo di Pasquetta, promosso dall’Associazione InConTra

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 18/04/2017 da Redazione

Pasqua e Pasquetta di solidarietà; grazie alla sua nuova iniziativa, le ‘Uova della solidarietà’, la Fondazione Megamark in collaborazione con i supermercati Dok, Famila e Iperfamila, ha destinato 100.000 mila euro per organizzare il pranzo delle festività pasquali dei più bisognosi.

I clienti dei supermercati del Gruppo Megamark presenti in Basilicata, Calabria, Campania, Molise e Puglia, hanno potuto acquistare, nei giorni scorsi, uova di Pasqua disponibili nei punti vendita con il contributo di un solo euro. L’intero ricavato della vendita delle uova è stato devoluto dalla Fondazione Megamark alle associazioni InConTra di Bari, Orizzonti di Trani, Bethel di Foggia e il Banco delle opere di carità che, nelle cinque regioni, gestiscono mense per i meno fortunati.

In collaborazione con le quattro associazioni la Fondazione ha contribuito all’organizzazione di pranzi di Pasqua per circa 12.500 persone indigenti.

A Bari, inoltre, la Fondazione Megamark ha contribuito, insieme ad altre realtà del territorio, all’organizzazione di un pranzo di Pasquetta, promosso dall’Associazione InConTra, in piazza Balenzano, nel quartiere Madonnella. Una vera e propria festa all’aria aperta, con musica e divertimento, per oltre duecento assistiti, tra senza fissa dimora e indigenti, che hanno potuto gustare un menù speciale fatto di antipasti, primi, carne, frutta e dolci.

«Sapere di aver contribuito a rendere migliore queste festività pasquali per tante persone meno fortunate ci riempie di gioia – commenta Giovanni Pomarico presidente della Fondazione Megamark e dell’omonimo gruppo –. Un ringraziamento speciale va ai nostri clienti che, acquistando le uova della solidarietà, hanno contribuito alla riuscita di questo progetto. Grazie a tutti quelli che in questa iniziativa ci hanno messo il cuore dai miei collaboratori alle associazioni e a tutti i volontari».



loading...