Venerdì, 20 Ottobre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Nozze vip, cinque wedding planner incontrano gli imprenditori: 'In Puglia settore in crescita, importante la genuinità della gente'

Giorgia Fantin Borghi, coordinatrice Wedding planner Confindustria, commenta le polemiche dopo le nozze Sutton-Coen: 'Dubito che al Norma Cohen Productions non torni più qui'

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro Turismo il 13/10/2017 da Giuseppe Bellino

Più di 52mila operatori coinvolti per un giro d’affari di 380 milioni di euro nel 2015. Sono questi i dati che fotografano la crescita del settore del ‘Destination Wedding’, composto da coppie vip che decidono di celebrare le nozze in un paese straniero. ‘Nice to meet you’, il progetto promosso da Confindustria Bari Bat, ha l’obiettivo di trasformare la Puglia nella meta più ambita in Italia, al pari di Sardegna e Toscana. L’iniziativa coinvolge tredici strutture ricettive e cinque wedding planner di fama internazionale.

La due giorni avrà lo scopo di mostrare alle cinque esperte di cerimonie quali sono le potenzialità della regione: in programma un workshop all’interno dell’aeroporto ‘Karol Wojtyla’ di Bari ed un incontro con le strutture. Domani invece è previsto un tour che toccherà le città di Altamura, Alberobello, Canosa, Castellana Grotte, Corato, Monopoli, Trani e Turi per far conoscere concretamente le location.

“La Puglia da tre anni a questa parte è la prima regione italiana che cresce come attrattiva turistica e nel settore wedding – spiega il senatore Michele Boccardi, coordinatore sezione Ricevimenti di Confindustria Bari Bat -. Oggi con le cinque importanti wedding planner arrivate qui a Bari abbiamo l’opportunità di attivare una collaborazione e definire una politica unitaria che possa portarci a livello internazionale in questo periodo”.

Le nozze degli ereditieri newyorkesi Renèe Sutton e Eliot Cohen  hanno confermato il trend che vede la Puglia come meta ambita dei matrimoni vip. I festeggiamenti sono terminati lasciando qualche polemica sul clamore mediatico che l’evento ha suscitato: fotografi e curiosi avrebbero in qualche modo violato  la privacy degli invitati. In particolare la Norma Cohen Production, agenzia che ha organizzato le nozze, ha dichiarato che non organizzerà più eventi sul suolo pugliese. 

“Dubito che la Norma Cohen production non tornerà in Puglia” commenta Giorgia Fantin Borghi, coordinatrice Wedding planner Confindustria Bari Bat, tra le figure più esperte del settore e di origini baresi. “Credo che la poca conoscenza del territorio abbia causato qualche problema – prosegue -. Questo è il motivo per il quale sottolineo sempre l’importanza di avvalersi di player nazionali o comunque di coordinarsi con essi. Noi conosciamo il territorio e sappiamo quali sono le implicazioni nell'organizzare un matrimonio di questo tipo. Difficilmente la Puglia farà un passo indietro, anzi credo che continuerà a crescere perché la nostra genuinità e ciò che abbiamo da offrire è sotto gli occhi di tutti e piace molto”.

Sul tema si è espresso anche Flavio Briatore, che in un’intervista ha definito i pugliesi dei “provinciali” che non sono in grado di ospitare “i ricchi”. “Un evento come quello che si è svolto in Puglia nei mesi scorsi avrebbe destato la stessa attenzione mediatica in tutto il mondo – risponde Domenico De Bartolomeo, presidente di Confindustria Bari Bat -. Naturalmente va trovato un equilibrio per gestire questi eventi. Abbiamo delle strutture eccellenti e potremmo svolgere correttamente il nostro lavoro trasformandoci in una terra attrattiva. Le polemiche vanno bene, creano ancora attenzione sul nostro territorio e fanno marketing. Ritengo che sia un fatto positivo”.  



loading...