Sabato, 18 Novembre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

#FdL2017 Catena Fiorello e le esperienze degli innovatori pugliesi animano il padiglione 'E' un paese per giovani'

La scrittrice siciliana ha incontrato gli studenti, a seguire i racconti dell'ideatrice del Birrificio Bari e dei ragazzi dell'arena expostmoderno

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 12/09/2017 da Redazione

Arte e innovazione hanno caratterizzato la terza giornata di dialoghi nel padiglione 137 della Fiera del Levante “È un paese per giovani”. Decine di ragazzi e visitatori della campionaria barese hanno assistito agli incontri in programma nello spazio allestito dalla Banca Popolare di Bari.

Nel primo pomeriggio la scrittrice Catena Fiorello ha dialogato con Annamaria Ferretti soffermandosi sul tema dei giovani e della difficoltà di riuscire a realizzare i propri sogni: “Purtroppo devo affermare che questo non è un paese per giovani – spiega l’autrice di ‘Picciridda’ – , possiamo dire che lo è a metà. C'è stato un momento storico negli anni 50 in cui i giovani andavano via dalla propria terra per cercare un pezzo di pane. Col passare degli anni l'Italia sembrava essere diventato un paese stabile, ma al Sud la gente continuava ad emigrare. In questo momento la nostra nazione non riesce a pensare ai giovani, questa è una cosa drammatica”.  Poi un appello alle nuove generazioni: “I giovani non devono perdere una qualità fondamentale ed essenziale: la tenacia. Credo sia l’elemento essenziale per andare avanti, soprattutto nei momenti in cui tutto sembra andare per il verso sbagliato”.

Passando invece al tema dell’innovazione, i protagonisti della giornata sono stati i gestori dell’expostmoderno, il cinema all’aperto del quartiere Libertà.

“Abbiamo pensato di rivitalizzare quest’area che è stata chiusa negli anni 80 – spiegano due rappresentanti dell’associazione - . Questo luogo vuole diventare un luogo di aggregazione per la comunità.  Abbiamo ricevuto l’aiuto dell’amministrazione comunale, poiché stiamo parlando di uno spazio pubblico. Stiamo già ripopolando l’area con attività e possiamo annunciare in anteprima che il cinema sarà aperto al pubblico nei prossimi giorni, dal 14 settembre in poi. Nelle prossime ore sarà pubblicata la programmazione”.

A chiudere la serata è stata la testimonianza di Paola Sorrentino, ideatrice del Birrificio Bari: “Sono diventata biologa e nella mia vita ho sempre desiderato produrre birra. Dopo alcuni anni passati a svolgere un lavoro da dipendente, ho deciso di cambiare vita e aprire un birrificio tutto per me. Tutto è nato per passione. Io e mio marito abbiamo ricevuto l’aiuto dell’amministrazione comunale e della Banca Popolare di Bari, così siamo riusciti ad aprire la prima sede produttiva all’interno della Fiera del Levante”.

Pochi giorni fa il Birrificio Bari ha inaugurato il primo museo della birra: “L’idea è quella di offrire ai nostri clienti un’area gratuita per poter scoprire l’antica storia della birra. Il piano superiore del nostro padiglione è completamente dedicato ad un percorso tra storia e materie prime, fino ad arrivare alla tradizione pugliese”.

 



loading...