Martedì, 14 Agosto 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Fondi Erasmus, aumentato il finanziamento per l'Università del Salento

Si è passati dai 460 mila euro del 2013-2014 ai 785 mila euro del prossimo anno accademico

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 12/06/2018 da Redazione

L'Università del Salento riceve circa 785 mila euro per l'Erasmus+, il finanziamento riconosciuto alle Università per la mobilità degli studenti. Un importo, quello attribuito quest'anno all'Ateneo salentino che è in costante e notevole crescita rispetto al passato e che viene calcolato anno per anno sulla base del numero di studenti in mobilità nelle due precedenti annualità sugli stessi fondi.

Nel 2013/14 la cifra ammontava a circa 462 mila euro, nel 2014/15 a circa 516 mila euro, nel 2015/16 a circa 533 mila euro, nel 2016/17 a circa 541 mila euro, nel 2017/18 a circa 589 mila euro fino a raggiungere per il prossimo anno accademico la somma di 785.391 mila euro a testimonianza che il numero di studenti UniSalento in uscita è costantemente cresciuto. Se nell'anno accademico 2013/14, infatti, si sono registrati 284 studenti che hanno effettuato un periodo di studio o tirocinio all'estero finanziato da fondi Erasmus+, lo scorso anno ben 372 studenti hanno potuto avvantaggiarsi della mobilità out-going. E le stime per l'anno in corso sono ancora più incoraggianti: oltre 420 tra studenti e dottorandi avranno la possibilità di compiere un'esperienza di studio all'estero perché più cresce il numero di studenti in mobilità più, automaticamente, cresce il finanziamento e sempre più ragazzi possono godere di questa importante opportunità.

Non solo. Ulteriore importante conseguenza al costante aumento del finanziamento Erasmus+ è l'incremento del cofinanziamento corrisposto dal MIUR (più cresce il finanziamento Erasmus+ più cospicui sono i fondi del finanziamento ministeriale). L'anno scorso la cifra per supportare le borse per tirocini, nuove o integrare quelle già bandite, ammontava a poco più di 60 mila euro e quest'anno è invece di 80 mila.

Per raggiungere questi obiettivi Unisalento ha messo in atto azioni e strategie come l'ottimizzazione di tutte le risorse finanziarie a disposizione per la mobilità out-going di studenti e dottorandi; una migliore organizzazione delle procedure amministrative per la mobilità; l'identificazione di canali e metodi di diffusione delle informazioni riguardanti i percorsi Erasmus.

"Questo cospicuo incremento di finanziamento dei fondi per l'Erasmus ci permetterà di proseguire nella giusta direzione: offrire sempre più opportunità di crescita non solo professionale, ma anche umana a chi frequenta l'Università del Salento – commenta Vincenzo Zara, Rettore dell'Università del Salento. - Le statistiche relative ai laureati dimostrano, infatti, che chi durante il proprio percorso universitario ha trascorso un periodo di studio/tirocinio all'estero con i progetti Erasmus, a cui da qualche tempo si sono stati affiancati anche altri finanziamenti che riguardano la mobilità extra Europea, ha maggiori e migliori opportunità lavorative. Viaggiare, conoscere nuove realtà, confrontarsi con altri popoli, oltre ad incrementare il bagaglio culturale, apre la mente. Questo è un valore aggiunto che non si può insegnare, si costruisce con le esperienze e costituisce un importante biglietto da visita per il mondo del lavoro".



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet