Lunedì, 20 Novembre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, all'università un convegno su nutraceutica e le nuove tecnologie che arricchiscono gli alimenti

Si tratta del primo evento di rilevanza nazionale nel Sud Italia dedicato alle tecniche degli ultrasuoni, microonde e campi elettrici pulsati

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 12/06/2017 da Redazione

‘Nutrire la Salute: prospettive, idee, mercati e opportunità’ è il titolo del convegno che si terrà giovedì 15 giugno, a partire dalle ore 9, nel ‘Salone degli Affreschi’ del palazzo Ateneo dell’Università degli Studi Aldo Moro di Bari. Si tratta del primo evento di rilevanza nazionale nel Sud Italia dedicato alle tematiche legate alla nutraceutica e alle tecnologie emergenti (ultrasuoni, microonde e campi elettrici pulsati) che, applicate ai processi produttivi e di trasformazione degli alimenti e dei sottoprodotti, li arricchiscono in molecole bioattive.

La nutraceutica è la disciplina scientifica che studia, utilizzando un approccio scientifico riconducile alle relazioni struttura chimica/attività biologica adottato per lo studio dei farmaci, con quali meccanismi molecolari gli alimenti, intesi come fitocomplessi o i  loro componenti bioattivi sono in grado di agire positivamente sulle funzioni fisiologiche dell’organismo. I nutraceutici rappresentano la sintesi tra alimenti e farmaci, sommandone i rispettivi vantaggi in termini di accettabilità del prodotto da parte dei consumatori e dell’efficacia preventiva e terapeutica dei principi salutistici contenuti., Il suo mercato in Italia ha fatto registrare un incremento del 7.4% negli ultimi due anni collocando il nostro Paese  tra quelli europei più attenti a questi nuovi prodotti. Prevedendo che  il mercato globale della nutraceutica  supererà  nel  2020 il mercato farmaceutico si comprende  come  questa nuova frontiera può rappresentare un volano per la crescita socioeconomica, sia in termini di fatturato che di nuove professioni, per un Paese, come l’Italia, che ha a disposizione materie prime già ad alto valore salutistico.

L’approccio del convegno è ad ampio raggio. L’evento, infatti, si rivolge a professionisti dei settori farmaceutico-nutraceutico, medico, agroalimentare ma anche normativo e socioeconomico, nonché al mondo della ricerca e a quello imprenditoriale.  Tra i relatori i più prestigiosi accademici che si occupano di questa tematica in Italia, imprenditori, rappresentanti dell’ARTI (Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione) della Regione Puglia e dei  Distretti produttivi pugliesi  Agroalimentare (D.A.Re)  e  della Meccanica.

 Il convegno è organizzato in sessioni. Quella finale, intitolata ‘Pitch Event. Storie di Innovazione: Raccontaci la tua idea o la tua storia’ sarà dedicata alla condivisione di idee innovative da parte di giovani startupper.

 

L’iniziativa rientra nel progetto ‘PERFOrm Tech – Puglia Emerging Food Technology’, finanziato con l’azione Smart Puglia 2020 ‘Sostegno ai cluster tecnologici regionali per l’innovazione’ che ha riunito, intorno a questi argomenti, il Politecnico di Bari e l’Università degli Studi Aldo Moro di Bari, tra gli enti di ricerca, e partner industriali come  Mbl  Solutions srl, De.Ol. srl, Olearia Pazienza srl , Auriga SpA e Promis Biotech srl.  E’ organizzata dall’Università di Bari in collaborazione con il Distretto dell’Agroalimentare Regionale (D.A.Re)  e  Distretto della Meccanica Pugliese. 


loading...